Pubblicato il: gio, apr 3rd, 2014

Turismo in Liguria: intervista esclusiva all’Assessore Berlangieri, all’apertura della stagione 2014

liguriaCollegamento Shanghai-Parigi: 21 collegamenti settimanali. Collegamento Shanghai-Roma: 7 collegamenti settimanali. Questo è uno spread da ridurre per il futuro“.

Siamo all’inizio della nuova stagione turistica, in un’Italia che ha bisogno di rinascere e rifondarsi totalmente, e che totalizza appena il 3,8% del fatturato turistico mondiale, nonostante sia la terra più ricca di bellezze naturali e artistiche. L’Italia che disprezza il turismo dei parchi Disney, ma dimentica che la matematica non è opinione: il parco Walt Disney di Orlando in Florida totalizza da solo più visitatori di tutta la città di Roma. L’Italia, che parla di “turismo”, mentre nel resto del mondo si parla di “Hospitality Industry“.
La Liguria ricava gran parte del suo Pil dal turismo è recentemente si è mossa bene: è una regione virtuosa sul fronte della spesa, e lo è anche nel turismo, dal momento che l’Agenzia regionale Liguria International ha annullato il suo passivo (di milioni) chiudendo anzitempo le sedi di promozione regionali all’estero, e migliorando la presenza del marketing regionale in Europa e nel mondo, grazie ad Angelo Berlangieri, assessore al Turismo che ben conosce i problemi dalla Hospitality industry, dal momento che viene da una famiglia di albergatori della riviera savonese. Ecco la sua intervista a Tigullio News.

Quali sono le tendenze per il settore nel 2014 in Liguria?
In base alle nostre analisi di previsione, per la primavera si prevede un piccolo recupero rispetto ai dati -cattivi- dell’anno scorso. Il piccolo miglioramento sarà sostenuto soprattutto da un ritorno del turismo interno, favorito da un inverno particolarmente piovoso, che ha accresciuto forse la voglia di sole e mare, oltre a una migliore prospettiva economica generale. Nel corso dell’estate il miglioramento potrebbe incrementarsi, dato che il turismo russo, quello che in Liguria ha visto un piccolo boom nel 2013, non risentirà della crisi di Ucraina e Crimea.

Le nostre infrastrutture stanno ammodernandosi?
Quelle digitali certamente sì. La copertura regionale per la banda larga, ha tra le prime conseguenze significative la creazione di una rete WiFi diffusa a tutta la Regione. Una rete di hotspot che garantiscono al turista e ai liguri l’accesso gratuito a internet senza fili a partire dalle “porte” di ingresso alla regione (aeroporto, porti, stazioni ferroviarie, aree di servizio delle autostrade) per poi coprire tutto il territorio ligure entro la fine dell’estate. E’ un investimento dal costo relativamente basso (470.000 euro) e ad alto ritorno, nel quale siamo all’avanguardia in Italia e non solo.

Ma l’aeroporto di Genova riuscirà finalmente a decollare, a gestire un marketing moderno e diventare un hub turistico diretto, come Pisa o Nizza?
La Regione non può operare nel mercato. Possiamo solo contribuire nei nostri limiti, con la promozione all’estero, che mira a sostenere l’arrivo di turisti della nazione collegata in Liguria. Dopo l’attivazione dei voli da Turchia e Russia, da settembre sarà aperto un nuovo collegamento quotidiano Volotea con Roma. Stiamo anche aspettando il nuovo piano di Aeroporto di Genova verso Germania, Regno Unito e l’area scandinava e per il 2015 prevediamo 3 o 4 nuovi collegamenti diretti con nuove destinazioni internazionali.

Quindi si mira a costruire un marketing sempre migliore e più strutturato…
Intanto si deve dire che nel caos attuale -in attesa di una rifondazione profonda della rete amministrativa nazionale- è molto difficile capire chi fa cosa, tra Regioni, Stato e privati. Certamente abbiamo capito che non si può più fare del marketing generico e antiquato. L’incoming si incrementa con prodotti e messaggi strutturati, di sistema.
Un’idea centrale è senz’altro quella di proporre una regione in cui è presente una rete escursionistica specializzata. Una regione fatta per il trekking (biking, sailing…) per tutto l’anno. Dove si vive in sicurezza e in presenza di servizi di primo livello, cose che non si trovano in Egitto o a Capo Verde. Ma non va rinnovata solo la sintassi della promozione, si devono cambiare anche i mezzi di comunicazione, privilegiando il web, con la rete social, i blog mirati etc.

…Abbiamo parlato su Tigullio News del caso di Kelley Ferro, che gira il mondo e propone video sulle località che visita, con un lavoro di promozione notevole e gratuito tramite il suo blog/show Get Lost
…Noi abbiamo ideato Digital Diary, un lavoro collettivo di videomakers di tutto il mondo sulla Liguria [vedi video, infra]: la direzione è quella, anche perché si comunica ai giovani, preparando non solo il turismo di oggi, ma anche quello di domani.

A proposito di internazionalizzazione, un articolo di IL -rivista mensile del Sole 24 Ore- parlava della clamorosa assenza in Italia di siti per il turismo in lingua cinese e russa.
Noi di Tigullio News offriamo un servizio di informazione sugli eventi quotidiani per i clienti degli hotel del Tigullio, in più lingue, russo incluso…

Sulla Russia siamo abbastanza avanti: con l’ambasciata italiana di Mosca stiamo realizzando un elenco di Russian friendly hotel per avere un certificazione. Il trend di crescita Mosca-Genova è notevole. Sulla Cina invece il discorso è più lento e complicato: loro hanno destinazioni più vicine.

Sui servizi pubblici però non ci salviamo ancora. Lasciamo perdere i treni e i bus, ma cosa dire su musei e sentieri?
Il sentiero ancora chiuso nelle Cinque Terre è molto complicato da salvare: è percorribile, ma un suo tratto corre sotto una parete verticale a rischio di crollo. Sui servizi pubblici sarò breve: siamo in difetto.

Gli imprenditori turistici odiano e amano servizi web di prenotazione come Tripadvisor o Booking, che si “mangiano” anche il 20% del fatturato…
Gli albergatori hanno però la possibilità di aggregarsi e di organizzare un loro servizio di booking territoriale, tra l’altro molto più informato e aggiornato, che potrebbe autosostenersi col 5% di costo. Col mio Assessorato ho attivato Regione Liguria che emanerà un bando per l’aggregazione di imprese del settore che vogliono operare sui mercati internazionali.
I loro servizi di prenotazione potranno essere promossi e veicolati dal portale regionale, gratuitamente. Il mercato va aggredito, se no ti aggredisce lui, tagliando i ricavi.

Expò 2015: arriveranno i finanziamenti per l’evento che si deve tenere nel Tigullio e nel Ponente?
Roma non finanzia più eventi: è cambiato il ministro… Gli eventi regionali saranno gestiti e finanziati in proprio da Comuni e Regione e giocoforza saranno ridimensionati.
Rispetto all’Expò stiamo lavorando sulla mostra delle Regioni e aspettiamo le indicazioni per il padiglione Liguria. Senza ritardo alcuno, da parte nostra.

Varese Ligure 2

Varese ligure

Angelo Berlangieri, Regione Liguria, assessorato al Turismo

Angelo Berlangieri, Regione Liguria, assessorato al Turismo

Due parole sull'autore

Scrivi un tuo commento

XHTML: Puoi utilizzare questi tag html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultimi commenti

No Banner to display

Sondaggi

Tunnel Rapallo-Fontanabuona o Gronda autostradale del Levante?

Controlla le risposte a questo sondaggio

Caricamento ... Caricamento ...