Published On: Lun, Mag 20th, 2013

Iniziati i lavori alla rotatoria del casello di Rapallo

Comunicato del Circolo della Pulce di Rapallo

Secondo tentativo. Nel giugno 2010 il primo atto pubblico del Circolo della Pulce fu intervenire sui lavori di sistemazione di piazzale Genova. In allora, nella fase sperimentale, quindi in tempo utile per realizzare i lavori, proponemmo lo sdoppiamento della corsia antistante lo stop alle auto provenienti dal casello per fluidifcare il traffico. Rimanemmo inascoltati e quanto successo in questi due anni ha evidenziato che la sistemazione attuata non è efficace e la nostra proposta viene ora realizzata nei lavori in corso. Peccato, si sono persi due anni, ma del resto la sordità alle istanze dei cittadini della precedente amministrazione era proverbiale, tanto da diventare argomento principale della campagna elettorale.

Oggi l’Amministrazione è cambiata però registriamo che la tendenza a chiudersi nel palazzo di Piazza delle Nazioni senza comunicare con l’esterno, senza ascoltare i cittadini, magari sentendosi accerchiati, è rimasta invariata. Dopo le passerelle del dopo elezioni con l’intervento di assessori e consiglieri regionali tutto è rimasto fermo per un lungo anno in cui i cittadini hanno dovuto subire disagi e rischiare anche gravi incidenti rimanendo fermi in coda in autostrada. Colpa della Società Autostrade si dirà: questo è vero, anche se un tono più alto di voce da parte del Comune per velocizzare i tempi si sarebbe apprezzato.

Dopo diversi annunci andati a vuoto all’inizio di questo mese di maggio 2013 sono iniziati i lavori. Speriamo sinceramente che siano quelli “giusti”, che possano dare maggiore fluidità alla rotatoria, ma ci sono alcuni aspetti su cui siamo dubbiosi.

Nello specifico della parte tecnica l’aumento di una corsia verso l’interno pensiamo possa rendere più difficoltosa e pericolosa l’immissione da via S.Pietro, già oggi poco agevole e che domani vedrebbe i veicoli diretti a Rapallo centro essere obbligati a tagliare la strada ad una corsia in più per poter raggiungere la corda e svoltare a U. Il raddoppio delle corsie provenienti dal casello, poi, se può aumentare la capacità di deflusso dall’autostrada aumenta la pericolosità dell’incrocio col flusso diretto a S.Maria.

Quelli fin qui esposti sono dubbi, crediamo fondati, ma comunque soltanto dubbi, perchè in tema di viabilità le variabili sono talmente tante che difficilmente si può pensare un progetto e vederlo funzionare senza varianti. E questo è l’aspetto che ci preoccupa di più: era ben auspicabile una fase di sperimentazione (come avvenne, sebbene inutilmente, due anni fa), ma già mesi fa il consigliere Reggioni espresse la volontà di saltare questa fase. Questo è secondo noi un grave errore di presunzione, perchè sebbene speriamo che la sistemazione sia efficace, Rapallo non può ulteriormente vedere lavori sprecati, da rifare.

Sulla questione manca, infine, una completa informazione: i lavori riguarderanno solo piazzale Genova o anche l’incrocio via Arpinati-via S.Anna-via Tre Scalini? Nel progetto presentato all’assessore Paita era prevista anche una rotatoria proprio in questo punto. Su questo manifestammo immediatamente la nostra contrarietà, visto che con l’intenzione di risolvere un problema viario (senza certezza di avere il risultato), si andava a portare il traffico sempre più vicino ad una scuola materna, aumentando la pericolosità dell’uscita dei bambini e l’accessibilità da parte dei genitori. L’accesso diretto a via Puchoz è indispensabile e abbiamo già richiesto che fosse ristabilito (e qui non c’entra società Autostrade, trovandoci in terreno comunale l’intervento si sarebbe già potuto fare!), ma non crediamo che una comunque angusta rotatoria sia la soluzione: un semaforo “intelligente” e a chiamata sarebbe più auspicabile, in modo da aumentare la sicurezza dei pedoni e regimare il flusso dal centro agevolando così l’immissione da via S.Pietro.

Ricapitolando chiediamo:

– una fase di sperimentazione per verificare la bontà delle soluzioni scelte viabilistiche;

– l’immediato ristabilimento della possibilità di accedere a via Puchoz provenendo dall’autostrada in modo da sgravare via S.Anna e via Mameli dal traffico diretto a Villa Azzurra e alla parte alta del quartiere di S.Anna (come era un tempo:  i problemi di “imbuto” che oggi viviamo sono a nostro avviso dovuti proprio all’attuazione, due anni fa, di questa modifica!);

– l’installazione di un semaforo all’incrocio tra via Tre Scalini, via Arpinati, via S.Anna, in luogo della rotatoria, allargando i marciapiedi e dando più respiro alla scuola e alle case adiacenti;

– la cancellazione dei parcheggi posti sulla sinistra dell’ultimo tratto di via Arpinati, molto pericolosi, o, perlomeno, il loro spostamento sul lato destro della strada.

progetto rotatoria casello autostradale rapallo

Progetto della rotatoria a Rapallo

Auspicando un cortese riscontro alle nostre richieste, ufficialmente presentate anche all’Ufficio Protocollo del Comune, rimaniamo, come sempre, a disposizione per raccogliere ogni segnalazione dei cittadini e collaborare con l’Amministrazione col solo fine di giungere alle soluzioni migliori per la città.
Il Direttivo del Circolo della Pulce.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>