Published On: Ven, Set 11th, 2015

Interrogazione in Commissione Ambiente sull’inquinamento della falda acquifera a Casarza ligure

Un’interrogazione al Ministro a risposta scritta è stata presentata dal deputato M5S Alberto Zolezzi in Commissione Ambiente, in merito all’increscioso incidente del 12 luglio 2015. Nella piazzuola Tangoni dell’autostrada A12 Genova-Livorno, durante una manovra, un tir ha danneggiato una autocisterna
causando lo sversamento di un migliaio di litri di carburante.

La bonifica fu eseguita subito (come?), ma i rilievi eseguiti sulle acque del pozzo Case Nuove in
Casarza Ligure, da cui attinge acqua potabile buona parte di quel comune e una parte del comune di Sestri Levante, mostrarono un innalzamento del livello di idrocarburi totali nei giorni seguenti, seppur nei limiti di norma; dal 25 agosto, dopo alcune precipitazioni piovose, è stato rilevato un innalzamento importante del metil-t-butil etere (MTBE), fino a 1982 microg/L mentre il limite di sicurezza raccomandato dall’ente di protezione ambientale statunitense (USEPA) è 20 microg/L. Il basso
costo e la tossicità sicuramente inferiore a quelle del piombo tetraetile e del benzene
hanno incrementato l’impiego del MTBE come antidetonante in tutte le benzine verdi, fino ad essere
usato oggi in percentuali che vanno dal 7% al 12%.
Ciò che lo rende temibile, rispetto ad altri idrocarburi contenuti nella benzina, è la sua alta solubilità in acqua: il valore medio di solubilità in acqua degli idrocarburi non supera generalmente 0,15 g/l, mentre la solubilità in acqua del MTBE è di circa 50 g/l.
Contrariamente al benzene poi, non viene trattenuto negli strati superficiali del terreno e una volta raggiunta la falda acquifera profonda, si disperde facilmente e vi resta per tempi indefiniti, in quanto scarsamente degradabile.
Se l’inquinamento coinvolge anche la falda acquifera, il problema è decisamente grave: la falda non potrà più essere usata per approvvigionamento d’acqua potabile per lungo tempo.

Nel comune di Casarza è stata emanata un’ordinanza che vieta l’utilizzo dell’acqua proveniente dall’acquedotto ad esclusione che per l’igiene personale, lo stesso per alcune zone collinari del comune di Sestri Levante e il 7 settembre il Comune di Sestri Levante ha ubblicato online sul proprio sito istituzionale tutte le analisi effettuate dall’azienda Chiavarese Chemilab delle acque prelevate dal pozzo denominato “Case Nuove” in Casarza Ligure e dal pozzo denominato “Sara 1” in Sestri Levante e altri siti di prelievo.
Sul pozzo “Sara 1” non sono state riscontrate criticità anche se non sono stati eseguiti quotidianamente i dosaggi del MTBE nel periodo 25-28 agosto (i giorni in cui i superi sono stati più rilevanti nel pozzo “Case Nuove”). Le falde da cui attingono i due pozzi appaiono essere in collegamento.

Si chiede:
Se il Ministro interrogato intenda normare la concentrazione e i monitoraggi del MTBE nelle acque;
Se il Ministro è a conoscenza dei fatti su esposti e quali accorgimenti si intende intraprendere per garantire l’approvvigionamento idrico in sicurezza agli abitanti dei comuni di Casarza Ligure e Sestri Levante;
quali metodiche verranno messe in campo per tentare la bonifica delle falde idropotabili dei comuni di Casarza Ligure e Sestri Levante;
se verranno eseguiti monitoraggi di aree limitrofe relativi ad altre sostanze inquinanti (ad esempio metalli pesanti) per escludere altre possibili cause di contaminazione delle falde.
mtbe

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>