Published On: Mer, Dic 23rd, 2015

Investimenti finanziari: i cinque “cigni neri” da non sottovalutare nel 2016

La Saxo Bank ha stilato le dieci previsioni trasversali per la prossima annata di economia. Nessuna certezza, molte curiosità: ecco i cinque casi da tenere in maggiore considerazione.

Attenti ai cigni neri. Si parla di previsioni finanziare ovviamente, di scenari improbabili ma non impossibili nel mondo dell’economia. La Saxo Bank ha deciso di mettersi in gioco e indicare, come avviene ormai da molti anni, un elenco con i dieci eventi che potrebbero influire sul mercato mondiale modificandolo completamente. Dei dieci “cigni neri” indicati dalla specialista nell’online multi-asset e negli investimenti, prendiamo in considerazione soltanto i cinque che sembrano più convincenti.

RAPPORTO EURO-DOLLARO: A partire dall’ipotesi che il rapporto tra euro e dollaro cambierà a favore della moneta europea, forse la considerazione riguardante più da vicino l’economia del nostro continente. Secondo la Saxo Bank infatti il surplus di partite correnti e il basso livello di inflazione a est dell’Atlantico indica che l’euro sta recuperando una certa forza, mentre il dollaro è in ribasso a causa della politica monetaria degli USA. La situazione economica sembra richiedere una ripresa della moneta comune europea, con gli Stati Uniti che dovrebbero essere costretti a una leggera svalutazione nel 2016.

IL RUBLO IMPENNA: L’idea che la moneta russa possa aumentare il proprio valore fino al 20% è forse un po’ troppo ottimistica, ma la crescente richiesta del petrolio gioca a favore del rublo. I tassi della Fed stanno crescendo con una lentezza ingiustificata, permettendo al rublo di acquisire importanza nei confronti di euro e dollaro. L’intesa tra le potenze europee per combattere il problema del terrorismo potrebbe intensificarsi e garantire un’egemonia alla Russia nel settore del petrolio, a discapito dei Paesi del Vicino e Medio Oriente. Una questione delicata e difficile da prevedere, ma che sembra affidare un certo vantaggio a Putin e cittadini.

OLIMPIADI E RINASCITA: Nel campo sportivo, il 2016 sarà l’anno delle Olimpiadi di Rio de Janeiro, massimo evento dell’anno per il settore. Il governo brasiliano ha investito molto sui Giochi, e dopo le molte spese finalmente dovrebbe essere in grado di rilanciare l’economia del Paese. Le deboli valute locali poi potrebbero aiutare le esportazioni in un mercato ancora emergente. Da tenere d’occhio la situazione sociale nello Stato, che potrebbe essere l’unica causa di un parziale fallimento.

L’ARGENTO BATTE L’ORO: Il mondo al contrario, o forse no. Tra i metalli preziosi l’argento potrebbe surclassare la concorrenza dell’oro grazie alla spinta politica per promuovere l’energia rinnovabile. L’argento infatti è fondamentale per la costruzione di pannelli solari, contribuendo la richiesta di metalli industriali. Ecco perché quest’ultimo potrebbe realmente vedere un aumento fino al 33% indicato dalla Saxo Bank, che anche in questo caso rimane una cifra piuttosto ottimistica. Chissà.

MENO BENI DI LUSSO: L’ultimo fattore da prendere in considerazione con particolare interesse è la diminuzione della domanda dei beni di lusso, che sarebbe necessaria da manovre di governo effettuate per salvaguardare i cittadini con un reddito più basso. In particolare, se dovesse passare la proposta dell’introduzione di un reddito minimo universale (non è scontato, ma neanche impossibile) causato dalla crescente occupazione, i beni più costosi perderebbero buona parte del loro mercato, in un ribasso inevitabile. Una possibilità strettamente collegata alla scelta degli organismi statali, comunque auspicabile per la situazione lavorativa in tutta Europa.
Banche Londra

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. John Sabini ha detto:

    Cinque “cigni neri”? Credo che sia piu’ importante, oggi a’ parlare dei 5 “Cigni Bianchi che sono le nazioni DRICS” che la vasta maggioranza della popolazione globale non sa’. Le nazioni BRICS sono: Brasile, Russia, Cina, India e Sud Africa. Queste 5 nazioni stanno fondando una banca mondiale per contrastare la,” WORLD BANK and the IMF”. Questo consiste anche di contrastare,” THE PETROLDOLLAR” che e’ la moneta e l’unico modo per comprare petrolio. La Russia e la Cina stanno gia’ scambiando fra’ loro bipassando il DOLLARO… Meglio cosi I ladri e figli di ladri che sono,” THE WORLD BANK AND IMF” ( puo’darsi)saranno anche sostituiti. Il loro trucco e’ di tenere schiavo le nazioni del terzo mondo con un debito che mai potranno pagare. Chi conosce la USA e la sua storia, dalla MAYFLOWER del 1620 ad oggi, conosce anche che il problema sulla terra oggi sono la USA e non il resto del mondo

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>