Published On: Ven, Feb 22nd, 2013

Italia ai primi posti tra i Paesi più corrotti del mondo: non è un caso

La pubblicazione dell’Indice della corruzione percepita 2012 vede ancora una volta l’Italia ai vertici mondiali. In pratica siamo tra i Paesi più corrotti al mondo, e il più corrotto tra quelli “occidentali”, eccetto il Messico che però è una nazione ricca e sviluppata solo da poco tempo e che -se non avesse il narcotraffico- ci potrebbe facilmente superare.
Si noterà che la corruzione è bassa presso tutte le nazioni di cultura anglosassone (Giappone e Cile inclusi), il che dimostra che sia la cultura liberal come quella liberista sono fattori di crescita e di lotta alla corruzione, generata invece dal falso metodo di “tutelare” il popolo (vedi Russia e Cina).
Ma va anche detta una cosa fondamentale: è innanzitutto lo stesso “popolo” a essere corrotto. I governi sono un frutto del popolo, della sua etica, della sua cultura, della sua educazione. I corrotti stanno tra la “gente” prima ancora che nei governi e nelle nostre imprese e -se non si cambia dal basso e dalla propria anima, non si può certo sperare in un cambiamento, se non in quello del Gattopardo.
Consultare qui la mappa interrattiva, nazione per nazione.
L’etica siamo noi.

indice corruzione

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>