Published On: Mar, Gen 14th, 2020

Joint venture Naval Group-Fincantieri: sede a Genova e grandi chances di crescita

Si è tenuto il primo Consiglio di amministrazione di Naviris, la joint venture tra Fincantieri  e Naval Group. La partnership permetterà di costruire un futuro di eccellenza per l’industria navalmeccanica e per le Marine, dopo un lungo periodo di confronto, e dopo che è cessata l’opposizione illiberale del governo francese, attraverso la controllata Thales, e per la joint con Stx. Thales e la nostra Leonardo-Finmeccanica sono da anni in concorrenza (e in accordo: Thales ha una quota di Alenia Space). Una joint in sede navale militare aveva più chances di andare in porto, anche per la criticità di Saint Nazaire (STX) e di altri cantieri francesi, ma si tratta poi di capire come e quanto Naviris piazzerà sulle navi militari cantierate sistemistica made in France o made in Italy.
In ogni caso, sulla parte più strettamente cantieristica, questa è una vittoria per la nostra industria (e della gestione di Giuseppe Bono), e anche un colpo di fortuna per Genova, da dove sono in crescita le fughe più che gli arrivi di nuove company.
Buone prospettive di crescita per nostri tre cantieri militari (Sestri Levante, La Spezia e Monfalcone in contesti specifici).

L’alleanza è la naturale evoluzione della partnership storica tra due leader mondiali. Con più di vent’anni di collaborazione, Naval Group e Fincantieri hanno già raggiunto insieme traguardi di successo: già negli anni ’90 con il programma di cacciatorpediniere per la difesa aerea Horizon (quattro navi) e con il programma di fregate multi-missione FREMM in corso dal 2005 (venti navi).

Le due società hanno stabilito che Naviris sia una joint venture 50/50. Con sede principale a Genova e una controllata situata a Ollioules, il team di Naviris si concentrerà su progetti bilaterali e di export. Per sottolineare la volontà strategica e di sviluppo che Fincantieri e Naval Group assegnano all’operazione, a Giuseppe Bono è stata assegnata la Presidenza ed Hervé Guillou è membro del Consiglio di Amministrazione. Claude Centofanti, Chief Executive Officer, ed Enrico Bonetti, Chief Operational Officer, guideranno la società. Le società controllanti sono rappresentate in modo paritetico nel CdA.

L’obiettivo di Naviris è creare valore per i suoi clienti attraverso le seguenti aree chiave:

  • Progetti comuni di ricerca e sviluppo
  • Capacità di offerta in tutto il mondo
  • Prime Contractorship e Design Authority
  • Ottimizzazione del Procurement

Naviris prevede opportunità di export e iniziative comuni franco-italiane, come i primi studi per l’ammodernamento di “mezza vita” dei cacciatorpediniere classe Horizon francesi e italiani, nonché progetti europei, come lo sviluppo di una Corvetta europea per il pattugliamento di nuova generazione.

Siamo grati ai nostri governi per l’incondizionato sostegno ricevuto per la creazione di un nuovo leader europeo nel settore strategico della difesa navale. Insieme accelereremo il nostro progresso tecnologico e manterremo i nostri principali fattori di differenziazione combinando le nostre capacità di ricerca e sviluppo, rinnovando i prodotti a vantaggio dei nostri clienti. Naviris apre la strada per la costruzione di una vera difesa navale europea” hanno dichiarato i due CEO di Fincantieri e Naval Group, Giuseppe Bono e Hervé Guillou.