Published On: mar, Set 11th, 2018

La Astore deve restare a Casarza e non a Casella, sede della casa madre

La Astore è un’azienda “storica” di Casarza ligure, dove dà lavoro a circa 50 lavoratori, e dove realizza giunti idraulici, staffe, valvole e raccordi in PVC.
La ASTORE è un marchio di FIP – Formatura Iniezione Polimeri S.p.A. che ha sede a Casella (Genova).
A sua volta la FIP fa parte del Gruppo Aliaxis, leader a livello globale nella produzione e distribuzione di prodotti plastici di alta qualità per il convogliamento di fluidi sia nell’ambito delle costruzioni residenziali e commerciali che nelle applicazioni infrastrutturali industriali e pubbliche.I marchi del Gruppo -inclusa Astore- hanno una forte identità e sono ben posizionati nei mercati in cui operano. Aliaxis è presente in oltre 40 paesi, conta più di 100 entità produttive e commerciali e impiega 15.700 persone.

L’accorpamento di Astore e FIP in un unico stabilimento a Casella sarebbe un danno per Casarza Ligure e la sua forza lavoro.
Per questo motivo, un ordine del giorno in difesa del mantenimento della sede a Casarza è passato all’unanimità in Consiglio Comunale.
Oggi si sta svolgendo un incontro tra azienda e sindacati nella sede di Confindustria Tigullio a Chiavari, tra azienda, sindacati e il sindaco di Casarza Giovanni Stagnaro. Obiettivo, evitare il trasferimento a Casella. L’amministrazione e i sindacati però dovranno offrire in cambio qualche agevolazione all’azienda, calcolando che essa ha alle spalle un colosso da 15.700 dipendenti…