Published On: ven, Giu 1st, 2018

La depurazione a Rapallo non va: comunicato M5S

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato:
“È a dir poco surreale il dibattito che si è aperto a Rapallo sul tema del divieto di balneazione, tra chi si preoccupa di garantire a turisti il diritto a fare il bagno e chi, come il sindaco, si ostina a minimizzare il problema. E nessuno che si prenda la briga di ricordare quale è – e non da oggi – il vero problema delle acque di Rapallo: la totale incapacità di tutte le amministrazioni che si sono succedute di risolvere la questione del corretto allaccio di tutte le utenze alla rete fognaria, di cui il divieto di balneazione è una mera e inevitabile conseguenza. Insomma, ancora una volta si guarda il dito e non la luna, confondendo artatamente cause ed effetti.

Il MoVimento 5 Stelle in questi anni è stata l’unica forza politica a sollevare con forza il problema della depurazione attraverso esposti, interrogazioni in Europa, eventi pubblici. L’unica ad avere il coraggio di mettere al centro la qualità e la sicurezza dell’acqua e la salute di cittadini e turisti, che sono le vere vittime di una classe politica irresponsabile e superficiale. Continuare a ripetere che il depuratore è a posto e che dal 2020 tutto tornerà alla normalità significa prendere in giro i rapallesi: come il sindaco sa bene, se non si allacciano le utenze alla rete fognaria, il depuratore non serve a nulla se non – forse – a pulirsi la coscienza e a mettersi a norma con le direttive europee, che negli ultimi cinque anni hanno costretto Rapallo a pagare pesanti sanzioni sulla pelle e con le tasche dei cittadini. E a poco servono le rassicurazioni della Regione, che ha promesso un numero maggiore di controlli e, quindi, la teorica possibilità di escludere divieti di balneazione permanente: se le acque sono contaminate, non sarà un controllo in più o in meno ad eliminare il problema. Così si getta solo fumo negli occhi dei cittadini.

Se l’amministrazione non risolverà sul serio e una volta per tutte il problema della depurazione alla radice, ci penserà il MoVimento 5 Stelle a partire dal giugno 2019.”

Fabio Tosi, portavoce M5S Liguria – Federico Solari, portavoce M5S Rapallo