Published On: Ven, Mag 3rd, 2013

La Liguria pronta ad accogliere i rifiuti urbani del Lazio

Aria di sciabole e fucilate in Regione Liguria questo pomeriggio, quando si discuterà il tema esplosivo della gestione dei rifiuti urbani. Oggi infatti la Giunta Regionale porterà in approvazione una delibera per il conferimento temporaneo di rifiuti solidi urbani provenienti dalla regione Lazio per smaltirli a Scarpino, discarica genovese che non è nemmeno sufficiente alle esigenze del nostro territorio. L’opposizione (Marco Scajola, Pdl) ha presentato un’interrogazione urgente “Voglio conoscere quantità, tempi e costi di questa operazione che rischia di mettere in crisi il nostro, già precario, sistema di gestione dei rifiuti. Da anni la discarica di Scarpino scoppia, e da anni si continua ad ampliarla, l’ultimo aumento è del 2013 di più di tre milioni di metri cubi. Al contrario non è stato individuato un percorso alternativo in grado di rispondere alle esigenze del territorio.”.

Come abbiamo già spiegato diverse volte su Tigullio News, in Italia un malinteso senso dell’ambientalismo, inoculato con ogni probabilità nell’opinione pubblica dalle mafie politico-criminali che gestiscono la spazzatura italiana, fa sì che si continui a usare il sistema delle discariche, abbandonato nel resto del mondo da 40 anni.

Le differenze sono queste: nel Nord le discariche funzionano e servono il territorio, anche se male. Nel Sud Italia invece non si è nemmeno in grado di spostare la spazzatura di Napoli, Roma, Bari o Palermo dalle strade alle discariche. Col risultato che da Napoli la spazzatura viene inviata a Stoccolma o Amburgo via nave o treno. In Svezia o Germania la spazzatura di Napoli viene trasformata in Energia elettrica. Gli svedesi riscaldano quasi tutte le loro abitazioni con la spazzatura dei Paesi più arretrati… Noi invece paghiamo a) la raccolta; b) il trasporto da strada a discarica provvisoria; c) il trasporto dalla discarica provvisoria fino alla Liguria o alla Svezia. Vergognoso, avvilente, umiliante. Colpa nostra, peraltro: abbaiamo e imprechiamo ma non vogliamo risolvere nulla, né imporre soluzioni ai potenti.

Nota Bene:la proposta “Rifiuti Zero” non va bene se non include un rigoroso smaltimento e riciclo di plastica, carta, vetro, lattine e umido a livello comprensoriale. Viceversa, se devo trasportare -come avviene oggi- il vetro di Zoagli fino in Veneto o le bucce di banana di Sestri Levante fino a Voghera, spenderò cifre troppo alte e inquinerò coi camion infinitamente di più l’ambiente. Attenzione quindi alla demagogia: non fatevi inoculare idee utili solo a chi le propone.

Italia: 100 milioni di tonnellate di rifiuti/anno.
Provincia di Genova: 500.000 tonnellate (tutte trasportate dai camion).rumenta danimarca

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>