Published On: Gio, Dic 1st, 2016

La Pro Recco è troppo forte: sconfitti i tedeschi dell’Hannover in Champions

Parte come sempre -con una vittoria- l’avventura della Pro Recco in Champions League: ad Albaro i biancocelesti sconfiggono i tedeschi del Waspo Hannover per 18-8 in una gara senza storia fin dall’inizio.

Prima ufficiale a Genova per Area Hospitality “Food & Beverage” e super ospiti in tribuna tra cui il bomber della Nazionale e del Genoa Leonardo Pavoletti. Prima del match ha fatto il suo esordio la “Pro Recco Experience“: alcuni tifosi hanno potuto visitare lo spogliatoio biancoceleste, allestito per l’occasione, e incontrare i giocatori con una calottina in omaggio a ricordo dell’evento; per tutti, poi, aperitivo pre-gara e “Quinto Tempo” all’insegna dei prodotti tipici locali.

Serata di novità fuori, dunque, ma anche e soprattutto in vasca. Mister Vujasinovic cala per la prima volta gli assi di coppa Molina, Filipovic e Pjetlovic. È proprio il centroboa serbo a spaccare il match con due reti fotocopia in meno di 120 secondi. I tedeschi pagano lo scotto dell’esordio ai preliminari di Champions e alla fine del primo quarto sono sotto 6-2.

La trama della partita non muta neppure nei successivi otto minuti, aperti dal solito missile di Figlioli che non lascia scampo a Kong. I biancocelesti continuano a macinare gioco e allungano il divario con il più sei (10-4) che porta al cambio campo e chiude, di fatto, la contesa.

Le cheerleader sui trampolini ballano ad ogni gol e lo fanno a maggior ragione sull’undicesimo siglato da Figlioli, palombella deliziosa che beffa il numero uno tedesco. L’alzo e tiro di Bodegas porta il risultato sul 12-4, ma i tedeschi hanno un sussulto con Brguljan cui segue un rigore parato da Tempesti a Radovic. Pijetlovic segna la sua quarta marcatura personale con una bella girata al volo, subito “pareggiata” dal gol di Radovic per il 13-6 che conduce agli ultimi otto minuti di gioco.

Si riparte con Volarevic in porta, ma la Pro Recco ha ancora fame e gonfia la rete del povero Kong con Filipovic, Pijetlovic (due) e Molina alla sua prima gioia dopo il ritorno dal Brescia. Ad Albaro finisce 18-8.

Mandic, Pro Recco

Mandic, Pro Recco