Published On: Gio, Mar 6th, 2014

La Provincia e le frane: 12 milioni i danni di un inverno irlandese

Secondo la Provincia di Genova sono in totale 12 milioni di euro i danni provocati dalle frane, dai crolli (incluso quello del ponte di Carasco) e dalle alluvioni. Gran parte dei danni sono avvenuti nel Tigullio, da Carasco allo Scoglina, da Ferriere a Leivi, dall’Aveto a Sestri Levante, da Neirone al Bocco.

Si tratta certo di una situazione eccezionale (si pensi agli allarmismi apocalittici degli ambientalisti negli anni ’80 e ’90 -quando pioveva di meno: “Finiremo senz’acqua come nel Sahara”). A Febbraio la pioggia è caduta per il 75% del mese, mentre per la Provincia gennaio 2014 è stato “il più piovoso degli ultimi 100 anni, e il dicembre 2013 il più inzuppato degli ultimi 60”.

I fondi per ora non ci sono, dopo tagli per 31 milioni dal 2011 a oggi. Servirebbero 8 milioni solo per i lavori di ripristino e messa in sicurezza di strade e ponti. La patata bollente passa alla Regione e a Gabriele Casino (assessore alla pianificazione territoriale e urbanistica e a Raffaella Paita, assessore alle infrastrutture.  In questi giorni si stanno raccogliendo le firme per la candidatura di Raffaella Paita alle elezioni regionali del prossimo anno, al posto del presidente Claudio Burlando. L’impegno per il territorio quindi in questi mesi sarà una priorità.

pieve ligure frana

Frana di Pieve ligure

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>