Published On: mer, Mar 21st, 2012

“La Pulce” Nadia Molinaris presenta il suo programma elettorale

La Pulce Nadia Molinaris candidata sindaco di Rapallo

La Pulce Nadia Molinaris candidata sindaco di Rapallo

RAPALLO. “Fuori dai partiti per una nuova e vera Politica” lo slogan prescelto per la campagna elettorale a sostegno del candidato sindaco della Pulce Nadia Molinaris.

Dopo aver ascoltato per due anni le lamentele dei cittadini abbiamo lavorato per formare un programma fattibile ed una lista tecnica (per usare un termine ormai di moda) in cui ogni candidato avesse quelle precise competenze necessarie a realizzare opere indispensabili al rilancio turistico di Rapallo“. Un secondo requisito è “non essere mai stati a Palazzo“, una discriminante che ha portato la Molinaris a rifiutare richieste e offerte pervenutegli da partiti e liste considerate più o meno civiche.

Previsti nel programma piccoli interventi in grado di fornire benefici immediati e grandi opere “senza promettere irrealizzabili tempi rapidi“. Con l’obiettivo di instaurare un forte clima di dialogo con opposizione, comuni limitrofi ed Enti  la Molinaris mira a reperire finanziamenti pubblici e sponsor e ad attuare una gestione oculata delle spese pubbliche.

Lunedì mattina, concluse le pratiche burocratiche, verranno ufficializzati i sedici candidati, tuttavia trapela che il dott. Massimo Piva starebbe “già spulciando il bilancio“, così come sono confermate le candidature dell’imprenditrice Donatella Ferraris, dello scrittore Carlo A. Martigli, di Eleonora Mastellone e del presidente del Circolo della Pulce Giovanni Raggio.

La candidata sindaco Nadia Molinaris sottolinea infine che le formazioni prive di consiglieri comunali o di appoggi partitici sono penalizzate nella raccolta delle firme (per la lista della Pulce ad esempio occorre recarsi presso l’ufficio anagrafe dalle 8:45 alle 12:00) ed invita così i cittadini a sostenerla: “una firma non rappresenta un voto, ma significa dare l’opportunità ad una formazione di presentarsi alle elezioni“.

 

Riportiamo di seguito il programma sottoposto alla stampa:

Una lista, “la PULCE”, che ha richiesto impegno e tempo in quanto si è scelto persone che non fossero mai state “a palazzo” con competenze specifiche e che si riconoscessero sia nella ”etica” che nel programma del Circolo della Pulce.

Un programma chiaro e soprattutto fattibile sia per i contenuti, che per il modo “nuovo” di far politica, che proprio in forza della scelta più difficile, ma più trasparente, di “correre da soli” senza appoggi di partiti o candidati già presenti in passate amministrazioni, può essere realizzato, in quanto è svincolato da “pressioni” di partito o formazione ed è indenne da preconcetti di schieramento.

Il dialogo coi Comuni vicini, la Regione e le opposizioni, nonché l’ascolto dei bisogni reali dei Cittadini col fine del rilancio turistico della nostra città tenendo presente il bene di tutti, sono le fondamenta da cui è partita la stesura del programma.

Un programma che parte quindi da una visione d’insieme della Città con un fine ben preciso: il rilancio turistico di Rapallo. Opere, dalla manutenzione ordinaria a quelle urbanistiche e strutturali, non scollegate tra loro, come son state eseguite sino ad ora, ma organizzate in un piano che abbia ben presente il fine da raggiungere. Basato su 3 fasi che partiranno in contemporanea, ma che daranno risultati visibili in tempi diversi.

  • Prima fase, dei “benefici immediati”: da attuarsi con le spese ordinarie sin da subito e che prevede viabilità, alleggerimento del traffico, pulizia, manutenzione marciapiedi, sicurezza, individuazione di nuovi parcheggi liberi, primi interventi nei parchi gioco e sulle barriere architettoniche, nelle scuole, correttivi nel sociale ecc.
  • Seconda fase, delle opere urgenti: opere da appaltare dirottando denari oggi destinati per opere voluttuarie (nuova pavimentazione stazione, fiori vari ecc.) per opere urgenti che garantiscano la sicurezza dei Cittadini, come il primo lotto di lavori per il risanamento della copertura del S. Francesco in quanto è un dovere prevenire disastri causati dalle ormai ricorrenti piogge anomale; per continuare, là ove possibile all’interno del bilancio, con l’ampliamento delle scuole Rainusso al fine di garantire a tutti i bambini (oggi ogni anno da 15 a 20 bambini rischiano di restare senza questo servizio) l’inserimento e le più urgenti manutenzioni alla scuole Antola. Una fase quindi che non lascerà spazio per i sogni, ma che vedrà tutta la squadra rimboccarsi le maniche per riparare a ciò che non è stato fatto in questi anni.
  • Terza fase, della “crescita”: i grandi progetti strutturali ed urbanistici che rilanceranno definitivamente la nostra Città nel circuito del turismo e che faranno tornare Rapallo, la “perla del Tigullio”. Senza abbandonare il grande sogno del tunnel con S. Margherita L. realizzeremo intanto la “strada nel Golf” avendo individuato un percorso che si potrà realizzare a lotti senza penalizzare le attività del Golf, iniziando sin da subito con gli incontri tra le parti interessate, con lo scopo di raggiungere un accordo che soddisfi tutti e che ridia alla Città uno spazio verde dove inserire il nostro “Centro Congressi” che dovrà essere costruito con sala polifunzionale per svolgere anche gare di scherma, di arti marziali ecc, attorniato da una pista di atletica regolamentare che porti anche i finanziamenti del Coni e poi… una sorpresa che vedrete sul nostro sito…. www.votalapulce.it

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>