Published On: Gio, Set 8th, 2016

La Scuola del fumetto torna a Chiavari

Dopo quindici anni trascorsi a Sestri Levante, la prestigiosa Scuola Chiavarese del Fumetto ritorna a Chiavari. Lo fa in virtù di un accordo stipulato con Wylab, l’incubatore di startup dello sport e spazio coworking aperto a febbraio nei locali dell’ex liceo Delpino.

La Scuola Chiavarese del Fumetto, fondata nel 1988 da Enrico Bertozzi, Renzo Calegari e Gianluigi Coppola, nasce in Liguria, una terra che ha dato moltissimi disegnatori e autori di fumetti. La Scuola ha formato in quasi 30 anni un’elite di narratori grafici che svolgono il proprio lavoro nelle migliori case editrici italiane, europee e d’oltreoceano. E’ così stata garantita la continuità con artisti di calibro internazionale come il genovese Giovan Battista Carpi (“il primo Disney italiano”), Giulio Chierchini che esordì su Topolino nel 1956, Luciano Bottaro, di Rapallo, Giancarlo Berardi, autore di Ken Parker e Julia (Bonelli editore), Andrea Ferraris, altro genovese della Disney.

Giovanni Talami, di Lavagna, ha frequentato la Scuola chiavarese del fumetto prima di lavorare per Bonelli e diventare direttore dei prodotti multimediali della Ferrero. Poi ci sono i giovanissimi: Ferraris, Elena Mirulla…

La nuova sede all’interno di Wylab sarà inaugurata venerdì 16 settembre alle 18, interverranno autori del calibro di Ivo Milazzo, creatore di Ken Parker, e Renzo Calegari, che con i suoi sessant’anni di attività è l’indiscusso “padre” del fumetto italiano.

Quello che ha spinto la Scuola Chiavarese del Fumetto a rientrare nella sua sede naturale è stato l’incontro con la stimolante realtà di Wylab, coinvolgente catalizzatore di energie positive – afferma il direttore Enrico Bertozzi -. Il Tigullio è da sempre dimora di importanti nomi della narrazione a fumetto e Chiavari, oltre a Milazzo e Calegari, ha l’onore di avere cittadini come Aurelio Galeppini, creatore grafico di Tex, Didi Coppola, Antonio Canale, Sergio Rebuffi e Guido Scala. Sempre da Chiavari – aggiunge Bertozzi – è partita l’avventura grafica di Sergio Forattini e qui, oggi, vivono e lavorano alcuni tra i più importanti creatori di immagini del panorama nazionale ed internazionale, dei quali sarà possibile vedere alcuni lavori durante l’inaugurazione di venerdì: Mauro Padovani, Enrico Massa, Silvia Marino, Luigi Copello, Stefano Biglia, Giovanni Talami, Andrea Cuneo, Tomaso Arzeno, Gabriele Parma, Andrea Alessi, Egle Bartolini, Stefano Rolli, Piero Fissore, Luca Bagnasco e Raffaella Vernazza. È auspicio di tutti – conclude il direttore – che anche le Istituzioni chiavaresi riconoscano, valorizzino e sostengano l’importante lavoro artistico-artigianale dei maestri della Nona Arte”.

L’arrivo della Scuola Chiavarese del Fumetto rappresenta un motivo d’orgoglio anche per Wylab: “Aprire le porte di casa nostra a una fucina di talenti e menti creative del territorio ci rende davvero felici – sottolinea Vittoria Gozzi, general manager dell’incubatore -. Siamo certi che l’intesa raggiunta contribuirà ad arricchire la frizzante community che sogniamo di realizzare fin dal primo momento. Non solo: l’incontro tra la Scuola diretta da Bertozzi e il know-how insito in Wylab, permetterà lo sviluppo di nuovi progetti legati all’animazione digitale“.

Sarà possibile iscriversi a partire dal 19 settembre in Via Gagliardo 7, a Chiavari, dal lunedì al venerdì, dalle 15 alle 18. Per informazioni: 3711954653.

loc-scuola-chiavarese-fumetto

Di seguito dichiarazione del Sindaco Roberto Levaggi:

“Finalmente Chiavari, città nel cuore del Tigullio e sede di tanti servizi essenziali sotto il profilo culturale e scolastico, torna ad ospitare la Scuola Chiavarese del Fumetto, nata a Chiavari molti anni fa e che oggi ritorna nella sua città di origine.

Grazie ai responsabili di Wylab, polo d’eccellenza per l’innovazione tecnologica e incubatore d’impresa, la scuola sarà ospitata proprio negli spazi di questa importante realtà.

Mi fa particolarmente piacere poiché si tratta dei locali recentemente restaurati che ospitavano fino a poco tempo fa lo storico istituto scolastico della nostra città, il  liceo classico Marco Delpino. Non posso pertanto che ringraziare i responsabili e i titolari di Wylab, che hanno concesso gli spazi ad una realtà unica e di alto valore formativo, quale è, appunto, la Scuola Chiavarese del Fumetto. L’Amministrazione, fin dai primi mesi dal suo insediamento ha cercato di attivarsi per una sistemazione idonea alla scuola, ma la difficoltà era di trovare soluzioni adeguate e soprattutto con le caratteristiche adatte.

Ringrazio quindi sentitamente chi ha consentito di riportare la Scuola in città.  Oggi il comune di Chiavari è qui a testimoniare con la sua presenza l’ aiuto che potrà dare per far crescere questa  importante e originale realtà formativa, valore aggiunto non solo per Chiavari ma per tutto il comprensorio”.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>