Published On: Ven, Mar 21st, 2014

“La Sestri che vogliamo”: decisivo lo sforzo del nostro Comune per salvare Atp

Presentazione lista Valentina Ghio "La Sestri che vogliamo"SESTRI LEVANTE. Dal consigliere Massimo Lerici, del gruppo consiliare “La Sestri che vogliamo”, riceviamo e pubblichiamo questa nota in cui si esprime soddisfazione per il raggiungimento dell’accordo tra Enti e Comuni azionisti per salvare Atp.

“La lista “la Sestri che vogliamo”, nell’esprimere la propria soddisfazione per il raggiungimento di un accordo fra gli enti che aumenta sensibilmente le possibilità di salvataggio dell’azienda e, soprattutto, dei posti di lavoro, invita tutti gli altri soggetti in causa (advisor, sindacati e lavoratori) ad intraprendere tutte le azioni conseguenti e necessarie affinché tutta l’operazione vada in porto. Desideriamo altresì rimarcare quanto questa Amministrazione Comunale, unitamente alle altre costituenti il gruppo dei “piccoli azionisti”, abbia profuso uno sforzo economicamente davvero notevole, nell’ottica di garantire nei prossimi anni, la continuità del servizio di trasporto e la tranquillità lavorativa al personale ATP”.

“Crediamo che i cittadini di Sestri Levante comprendano le ragioni che hanno portato a questo rilevante impegno finanziario ma considerato che, quelli che si vanno ad impegnare, sono soldi pubblici, grava anche su “La Sestri che vogliamo” la responsabilità di vigilare per far si che siano ben impiegati, che ci siano garanzie che il piano industriale futuro (che auspichiamo di vedere a breve nella sua versione definitiva) sia attuato in maniera puntuale e che i soggetti che lo devono rendere operativo siano all’altezza. Pertanto, un minuto dopo che si sarà portato a casa il risultato, che è ciò che veramente preme, ci attiveremo con gli enti liguri che controllano la maggioranza azionaria di ATP, perché attivino un’attenta analisi su quali e di chi siano le responsabilità che hanno portato ad una situazione così grave e difficile, pur riconoscendo da subito che, una grossa responsabilità, è Governativa e riconducibile al taglio del fondo nazionale trasporti per 1,7 miliardi, ma certamente non può essere l’unica”.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>