Published On: Mer, Gen 8th, 2014

La Svizzera ci paga le linee ferroviarie, per pietà e convenienza

Umiliati e non offesi ma elemosinati. I container in Italia arrivano prima e a prezzo minore da Rotterdam che da Genova. Da Pechino ad Amburgo i container viaggiano su treni TAV merci. Noi siamo a “30 secondi dalla fine”, come nel film di Konchalovskij. Siamo Konchiatoski male.

Ve li paghiamo noi quei chilometri di ferrovia, l’importante è che portiate a termine i lavori”. La piccola ma efficiente Svizzera bussa alle porte della grande ma incompetente Italia e offre 280 milioni di euro “anche a fondo perduto” per finanziare i lavori di ampliamento e ristrutturazione sui collegamenti ferroviari tra i due paesi.

La decisione del Parlamento svizzero, presa mesi fa, prevede lo stanziamento di quasi un miliardo di franchi (circa 800 milioni di euro), allo scopo di rendere più efficiente il trasporto delle merci, aumentarne la redditività e spostare parte del traffico da gomma a rotaia.

Continua (Read more) su International Business Times.

Treno TAV merci Cina-Russia-Germania

Treno TAV merci Cina-Russia-Germania

Stazione ferroviaria di Wuhan, Cina

Stazione ferroviaria di Wuhan, Cina

Tecnologia: treno alevitazione sottovuoto ET3

Tecnologia: treno a levitazione sottovuoto ET3

Displaying 2 Comments
Have Your Say
  1. Redazione ha detto:

    Umberto, è vero che la notizia non la si ritroverà sulla grande stampa o sui Tg (peggiori dell’Eiar mussoliniana, per certi versi. Sono pluralisti, ma del nulla). Ma ci siamo noi di T News, e altre fonti di informazione. Pochi, affamati, ma duri. E comunque se ci leggono in più di 2000 al giorno, non è male. Prima della Grande crisi, molti quotidiani, ricevevano in elargizione dallo Stato DUE milioni di euro all’anno per 3000 copie vendute al giorno (ma ho lavorato per un quotidiano di quel tipo, e so che vendeva 200 copie al giorno, al massimo). Ecco, come siamo, nel mondo alla rovescia.

  2. umberto ha detto:

    L’umiliazione di farci fare l’elemosina c’è, cocente. E sarà anche maggiore quando dovremo rifiutarla perché i nostri no-TAV insorgeranno. Sarò distratto, ma non mi sembra che questa notizia sia stata ampiamente commenata, come meriterebbe, dai nostri media.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>