Published On: Gio, Mar 22nd, 2012

La Vespucci va in cantiere a La Spezia


Sono passati 500 anni dalla morte del grande navigatore Amerigo Vespucci, e per l’occasione la nave scuola a lui dedicata, una delle più belle in circolazione nei mari di tutto il mondo, sta per entrare in cantiere per affrontare un rifacimento strutturale.

Obiettivo: salvare le parti in legno e prolungare la vita della nave di un altro mezzo secolo.  Il costo totale del cantiere sarà di 19 milioni di euro. Oggetto, oltre al fasciame, anche i motori, l’impianto elettrico etc. Sulla carena in acciaio sarà utilizzato un antialghe ecologico. Molto lavoro in vista per i cantieri dell’Arsenale militare di La Spezia.

Ho parlato con degli ufficiali che sono stati a lungo sulla Vespucci. Erano ovviamente orgogliosi dell’esperienza unica avuta, ma precisavano che navigare su una nave come la Vespucci è complicato: non c’è spazio e si devono fare i turni per utilizzare le cuccette. Quando c’è mare usare le toilettes è complicato, e il pasto viene sostituito da sandwiches.

La nave è stata varata a Castellammare di Stabia nel 1931. Fin dall’inizio affiancò la (quasi) gemella Cristoforo Colombo, varata nel 1926 e purtroppo ceduta all’Unione Sovietica al termine della Seconda Guerra mondiale come risarcimento di guerra.

La storia della Colombo fu sventurata e causò complotti, arresti, e una piccola guerra anticomunista. Infatti nel 1949 passò all’URSS insieme con una piccola flotta che comprendeva anche la corazzata Giulio Cesare, l’incrociatore Duca D’Aosta, i caccia Artigliere e Fuciliere, delle torpediniere, due sommergibili, oltre a MAS, vedette, navi cisterna etc.

Però la flotta era in pessime condizioni, e i sovietici si accordarono per un compenso in denaro. Ma la Colombo era in buone condizioni e doveva quindi passare di mano, per giunta all’Unione sovietica, un (ex) nemico che aveva ancora migliaia di prigionieri italiani. Prima della consegna si creò un grande fermento nella Marina Militare italiana: le navi vennero sorvegliate per evitare che fossero fatte esplodere. In effetti alcuni reduci della Xma MAS, insieme coi neofascisti dei Fasci di Azione Rivoluzionaria (FAR) di Pino Rauti, avevano programmato l’affondamento della nave sulla quale si erano formati gli ufficiali della marina.

Alcuni marò della MAS furono arrestati dai Servizi italiani con 7 kg. di tritolo, mentre stavano per prendere un treno da Roma per Taranto, dove si trovava la Colombo. La nave-scuola fu poi consegnata ai russi che la ribattezzarono Dunaj (Danubio) e la destinarono come nave-scuola dell’Istituto nautico di Odessa sul Mar Nero.

Nel 1961 dovevano iniziare i lavori di manutenzione, ma così non fu e la nave venne adibita a trasporto legname finché non bruciò, nel 1963, dopo di che restò abbandonata fino al 1972, quando fu demolita.

La Amerigo Vespucci ha invece avuto una sorte migliore: ammirata su tutti i mari del mondo, dalla Liguria alla America’s cup del 2002, al secondo posto della Tall Ship’s Race. Nel 2006 la Vespucci ha avuto una cantierazione all’Arsenale di La Spezia, con la sostituzione dell’albero di trinchetto e di alcune lamiere.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>