Published On: Mar, Gen 8th, 2019

Laboratorio creativo e letture di racconti della “zia Jo” alla libreria Il Sentiero di Benjamin

L’ORA DEL TE CON ZIA JO Sabato 12 gennaio alle ore 17.00.
L’importanza dei racconti della Alcott; i fondamenti della formazione dei più piccoli, laboratorio creativo.

E’ un evento ideato e curato da Annalisa Panesi – Panesi Edizioni– in collaborazione con La Bottega dei Traduttori, per presentare il terzo volume della collana “La borsa delle cianfrusaglie della zia Jo“.
Sarà presente la traduttrice Francesca De Luca.
I bambini presenti potranno partecipare ad un laboratorio creativo tematico.

“La borsa delle cianfrusaglie di zia Jo” è un progetto ideato da La bottega dei traduttori e pubblicato da Panesi Edizioni a partire dal 2017.
La raccolta di racconti di Louisa May Alcott è composta da sei volumi e racchiude le storie brevi della grande autrice statunitense, che ha scritto tra le altre opere “Piccole Donne”.
L’autrice è vissuta in un ambiente insieme chiuso e ricco di stimoli culturali: il padre era un seguace dei trascendalisti americano come R. W. Emerson e il gigantesco D.H. Thoreau, di cui consigliamo la lettura ai genitori e ai ragazzi (per esempio: “Camminare”). I racconti della Alcott avevano l’intento di stimolare la crescita e la consapevolezza del mondo dei nipoti della scrittrice, grazie al fascino per le storie e le avventure, mostrando e dimostrando la distinzione tra Bene e male, un percorso formativo di cui si sono perse le tracce, coi risultati ben noti.
..
Attualmente sono disponibili il Vol. I -a cura di Valentina Avallone- e il Vol. III con le traduzioni di Francesca De Luca e Caterina Pollio.
“Così come le nonne frugano le loro borse e i loro fagotti in cerca di allegri ninnoli da incartare e con cui riempire le piccole calze che pendono in fila alla vigilia di Natale, così io ho raccolto alcune storie, vecchie e nuove, per far divertire la grande famiglia che mi è cresciuta attorno in modo così rapido e meraviglioso. Spero che quando cammineranno in papaline e vestaglie per rovistare nelle calze gonfie, i piccoli cari esclameranno un “Oh!” di piacere e saltelleranno con soddisfazione, al tirar fuori questo piccolo dono dalla borsa delle cianfrusaglie di zia Jo.”