Published On: Gio, Ott 15th, 2015

L’arte russa dal Suprematismo al Costruttivismo: presentazione a Spazio aperto, sabato 17 ottobre

La vicenda dell’arte russa Dal Suprematismo di Malevič al Costruttivismo di Tatlin
Francesca Forconi sabato 17 ottobre, ore 17.00

Spazio Aperto di Via dell’Arco, Santa Margherita Ligure

Mentre nell’Europa occidentale si svolgevano le ricerche di futuristi e cubisti, analogamente in Russia alcune avanguardie si ribellavano agli insegnamenti delle Accademie e cercavano di liberare l’arte dall’imitazione della realtà visiva, esprimendosi attraverso emozioni e sensazioni astratte.

Sono i primi decenni del 1900, quelli della Grande Guerra e della Rivoluzione Russa, e si cerca di abbandonare ogni nostalgia per il passato e per le forme statiche: all’origine delle avanguardie artistiche russe c’è la consapevolezza che la visione ottocentesca non è più in grado di esprimere i molteplici aspetti della società moderna, radicalmente trasformata dalla rivoluzione industriale.

 

Il Costruttivismo non riguardò solo l’architettura, ma incise anche sulle trasformazioni della scultura e della pittura con influssi che si estesero ad altri Paesi europei, ed in particolare all’interno della Bauhaus tedesca trovò un fertile terreno di sviluppo nelle arti grafiche e nella fotografia sperimentale.

L’ingresso, come per tutte le iniziative dell’Associazione “Spazio Aperto”, è libero e gratuito.
Castello di SantaMargheritaLigure

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>