Published On: Lun, Ago 26th, 2013

Lavagna dopo la forte pioggia: crolla un grande platano davanti alle scuole Riboli

Sabato alle 8.30 è crollato al suolo uno dei platani di piazza Innocenzo IV, davanti alle Scuole Elementari Riboli. Era una pianta di grandi dimensioni che è caduta sulla strada, per fortuna senza danni a persone.
Si legge sul gruppo Fb Mugugni di Lavagna: “Recentemente il Comune, dopo che alcuni ambientalisti avevano segnalato che sia questi che altri platani in Piazza Podestà (dal Ponte della Maddalena) erano malati, era intervenuto per una profilassi e aveva dichiarato che non erano previsti abbattimenti, sottintendendo quindi che non c’era pericolo.
Per fortuna le scuole erano chiuse altrimenti, in quell’orario, poteva succedere una tragedia“.
Il colpo definitivo alla stabilità della pianta è venuto dalla burrasca della notte precedente, che ha colpito la chioma col vento, e la base -con le radici marce- con la copiosa pioggia caduta.
I platani in tutto il Tigullio stanno subendo malattie che fanno marcire la parte centrale del fusto. A Sestri Levante si è intervenuti potando enormemente le piante.
Su tutti gli alberi nei viali -e persino nei “parchi” del Tigullio imperversa un errore micidiale: li si ricopre di asfalto totalmente, così che le radici muoiono o mettono in sofferenza la pianta, che si ammala molto più facilmente. Le radici devono poter respirare per non marcire -come ognuno può capire, esclusi evidentemente i responsabili.
In altri casi invece (per esempio nei giardini pubblici) le aiuole vengono circondate da “camicie” di cemento armato (perché? Ah, saperlo). Anche in questo caso si blocca l’accrescimento e la salute delle radici.
Una cosa elementare persino per qualsiasi Watson, non occorre essere degli Sherlock Holmes per saperlo…
Il platano caduto

Il platano caduto

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Alessandro L. ha detto:

    A questa domanda si attende il silenzio assordante della Amministrazione Comunale..

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>