Published On: Mar, Apr 16th, 2019

Lavagna in fallimento… Non ci sono abbastanza euro per la Torta dei Fieschi: appello del Comune. Non siamo tedeschi…

E’ pur vero che in Germania negli anni successivi alla riunificazione con la ex repubblica democratica, i tedeschi lavorarono gratis per creare le basi per la “guarigione economica” della ex Prussia caduto sotto l’impero sovietico alla fine della II Guerra mondiale.
E’ pur vero che in Francia, il giorno dopo l’incendio che ha distrutto il tetto della navata della cattedrale di Notre Dame di Parigi, François Pinault e la famiglia Arnault hanno donato 100 rispettivamente e 200 milioni per la ricostruzione di quel tempio.
E’ infine tristemente vero che gli italiani non hanno lavorato una sola ora per “ricostruire” l’economia del sud o per ricostruire le case dopo i terremoti del Friuli o dell’Abruzzo. In compenso noi (che tendiamo sempre ad accusare gli altri per assolverci all’infinito) abbiamo tollerato la nefasta e vergognosa spesa pubblica a futuro -cioé: oggi- dissesto chiamata “Cassa del Mezzogiorno”, una Cassa “a babbo morto” che ha impoverito sud e nord…
Qualcosa per Lavagna e per la Torta dei Fieschi potrebbe essere offerto da chi è stato capace di avere la disponibilità di denaro (tasse permettendo) in questi anni duri come una guerra. Lo auspichiamo.

Il Comune chiama a raccolta associazioni e operatori economici per contribuire all’organizzazione della Torta dei Fieschi 2019. Stanti le difficoltà economiche del Comune, che a breve dovrà dichiarare lo stato di dissesto finanziario, le uniche risorse disponibili per il settore turistico sono quelle derivanti dall’introito della tassa di soggiorno, il cui 60% per legge va destinato a iniziative di accoglienza e promozione del territorio stabilite in accordo con gli operatori di settore. In questo senso, il 23 gennaio si è svolta una riunione con le categorie del comparto in cui sono state concordate le modalità di utilizzo delle risorse disponibili, che saranno impiegate per l’apertura dell’ufficio Iat, escursioni, partecipazione a fiere di promozione turistica, brochure e materiale promozionale. Nella stessa sede, alla Torta dei Fieschi sono stati destinati 17.000 euro: un importo con evidenza di gran lunga inferiore allo stanziamento previsto negli anni precedenti e che non è sufficiente a consentire di per sé la realizzazione dell’evento. Considerata tuttavia la valenza storica e le favorevoli ricadute che la manifestazione porta alla comunità, il Comune ha chiesto con una lettera ad associazioni e operatori economici di contribuire a qualsiasi titolo all’evento, attraverso iniziative di natura economica o anche forme di volontariato o sponsorizzazione. Eventuali disponibilità o manifestazioni di interesse potranno essere comunicate all’Ufficio promozione turistica entro fine mese.

Torta dei Fieschi, Lavagna