Published On: Lun, Set 23rd, 2013

Lavagna la farà porta a porta

Tempo di miglioramenti sulla raccolta dei rifiuti urbani. Sestri Levante ha appena fatto partire il nuovo bando di appalto per il servizio di raccolta, insieme con Moneglia e i due Comuni della val Petronio.

A Sestri la raccolta porta a porta sarà introdotta solo in alcune zone come test.

In generale in Italia e nel Tigullio manca la capacità di realizzare denaro dalla spazzatura, come si fa nell’Europa del nord.

Manca anche la possibilità di essere direttamente pagati -conferendo in apposite macchinette- portando bottiglie di vetro o lattine etc.

Lavagna comunque ha deciso di aiutare i cittadini (soprattutto anziani) che vivrebbero la raccolta differenziata totale come un lavoro forzato, se da effettuarsi presso isole ecologiche di raccolta non sempre situate sotto casa. Il progetto “porta a porta” appena approvato dalla Giunta comunale si basa su un importo di spesa di 395.000 euro, con appalto assegnato entro la fine dell’anno.

Sestri Levante, incontro sui rifiuti (urbani)

Sestri Levante, incontro sui rifiuti (urbani)

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Claudio ha detto:

    Noi tutti sappiamo benissimo che a Lavagna è esclusivamente una manovra per salvare la faccia prima delle elezioni del 2014 anche in funzione delle probabili e prevedibili sanzioni della Corte dei Conti come già successo a Recco.
    Tutti coloro che si sono un po’ informati sull’argomento sanno benissimo che la raccolta differenziata Porta a Porta non si implementa in pochi mesi, soprattutto non si realizza con un appalto ma educando i cittadini anche con le sanzioni ed è un lavoro che richiede anni.
    In comune rispondono che loro, di concerto con la società che gestisce attiualmente la raccolta, hanno fatto sensibilizzazione nelle scuole dell’obbligo.
    Peccato che i depliant utilizzati forniscano anche informazioni inattendibili. Ad esempio parlano di contenitori per l’alluminio che nessuno ha mai visto in città.
    Inoltre nessuno nomina in nessun documento il RAEE che potrebbe essere fonte di reddito e non di spesa se correttamente gestito.
    A mio modesto parere è solo una vendita di fumo. tra l’altro a spese dei cittadini.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>