Published On: Lun, Mar 20th, 2017

Lavagna: nessuna struttura privata per gli immigrati. Andranno alla Besanza

Nell’incontro pubblico dei giorni scorsi, convocato nella sede del Comune di Lavagna dal Commissario Prefettizio Dott. D’Attilio, è emerso che nessun ente, associazione o privato ha dato la propria disponibilità ad accogliere i migranti in strutture di proprietà o in gestione.

Pertanto il Commissario individuerà uno spazio pubblico da adibire a centro di accoglienza e a dotarlo di moduli abitativi provvisori. Si tratterà di moduli per soli uomini (donne e bambini in altri Comuni con sedi non provvisorie), ubicati alla Besanza di Cavi borgo, una struttura sportiva abbandonata che nel corso delle ultime elezioni era stata oggetto di attenzione per il suo degrado, da parte di Mario Maggi e del suo gruppo (vedi il nostro articolo del 2014).

Nel nuovo centro attrezzato di Cavi -operativo tra aprile e maggio- verranno avviati corsi di lingue. Possibile Tigullio invita enti e associazioni ad attivarsi per migliorare al massimo la situazione.