Published On: Lun, Mag 29th, 2017

Lavori Pubblici a Chiavari: bilancio e progetti dell’Amministrazione Levaggi

A Chiavari ben trenta milioni di euro sono stati investiti in opere pubbliche nei cinque anni di amministrazione Levaggi. Una media di sei milioni di euro all’anno per un totale di circa un centinaio di interventi, dai grandi cantieri e le grandi opere alle piccole ma fondamentali manutenzioni.
È questo il bilancio dell’amministrazione Levaggi in tema di lavori pubblici.
Le varie opere sono state riassunte e presentate alla cittadinanza nel corso di un partecipato incontro svoltosi presso l’Hotel Monte Rosa di Chiavari. Il Sindaco uscente Roberto Levaggi – candidato al secondo mandato con il sostegno delle liste Noi di Chiavari, Chiavari sempre al centro, Forza Italia e Lega Nord – è intervenuto col vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici Sandro Garibaldi. Quest’ultimo ha presentato nel dettaglio i vari interventi realizzati, attraverso l’utilizzo di una documentazione fotografica.
La mia amministrazione – afferma Levaggi – ha fatto moltissimo in tema di lavori pubblici, mettendo sopra a tutto la messa in sicurezza dal rischio idrogeologico. Medesima priorità che sarà mantenuta anche in caso di rielezione. Tutti gli appalti sono stati affidati e condotti nella massima trasparenza. Non era facile amministrare dopo la gravissima vicenda di un sindaco, il mio predecessore, condannato in via definitiva per tentata concussione. La mia amministrazione ha riportato la legalità a Chiavari chiudendo una volta per tutte, grazie a persone serie e competenti, una delle pagine più buie della storia amministrativa chiavarese“.
Garibaldi ha aggiunto: “Siamo l’unica amministrazione ad aver realizzato due nuovi ponti in un solo mandato. Ad aver investito milioni di euro negli argini, ad aver creduto che, se una città è più sicura dalle alluvioni, diventa automaticamente più attrattiva dal punto di vista commerciale e turistico. L’amministrazione precedente ha invece preferito puntare sull’effimero, realizzando fontane. Belle finché si vuole ma inutili“. Il vice sindaco ha inoltre osservato come “non sono stati spesi soldi pubblici, ovvero soldi dei chiavaresi, per realizzare una costosa pubblicazione sui lavori pubblici da utilizzare per fini elettorali, come fece Agostino con il beneplacito del suo assessore alle finanze Marco Di Capua. Il nostro lavoro è stato realizzato dallo staff elettorale, senza pesare minimamente sulla macchina comunale. Ma, elezioni a parte, era giusto mostrare ai chiavaresi, tutto in una volta, quanto fatto”.
Sicurezza dal rischio idrogeologico quindi, ma anche tantissimi interventi su centro storico, zona del lungomare, porto, quartieri e frazioni.
Per i prossimi cinque anni, l’impegno a continuare su questa strada, a partire dai lavori sul Rupinaro (dieci milioni di euro del primo lotto sono già finanziati e prevedono nuovi ponti a campata unica in Corso Italia e Viale Tappani, verifiche statiche degli argini e inizio dell’abbassamento dell’alveo), ma completando anche la ricostruzione degli argini dell’Entella, iniziata proprio qualche giorno fa. E poi le tante opere, quartiere per quartiere.

Le opere realizzate

MITIGAZIONE DEL RISCHIO IDROGEOLOGICO

* Nuovo ponte della Castagnola a campata unica sul Rupinaro
* Nuovo ponte di Sanpierdicanne a campata unica sul Rupinaro
* Nuovi argini sul Rupinaro in Corso Millo, Via Santa Chiara, San Terenziano
* Nuovi argini sul fiume Entella
* Pulizia e manutenzione della sponda destra del fiume Entella
* Regimazione idraulica Rio delle Lemme
* Lavori di messa in sicurezza e pulizia di tombini, caditoie e alvei dei torrenti
* Lavori di somma urgenza conseguenti all’alluvione di novembre 2014

CENTRO STORICO E FRONTE MARE
* Nuovo tratto di passeggiata a mare in zona Porto
* Manutenzione straordinaria passeggiata a mare di Piazza Milano con realizzazione di pavimentazione in pietra arenaria
* Nuova spiaggia libera in zona porto
* Nuova pavimentazione e asfaltatura di Piazza Nostra Signora dell’Orto, con creazione di un viale che collega la stazione ferroviaria alla città vecchia
* Riqualificazione di Piazza Mazzini con i pali storici e la facciata dell’ex tribunale
* Pavimentazione e illuminazione di Via delle Vecchie Mura, Via Senatore Dallorso, Via Sant’Antonio
* Parco “G. Rensi”: riqualificazione e nuovo assetto
* Manutenzione straordinaria di impianto di climatizzazione e riscaldamento nel museo archeologico di Palazzo Rocca
* Manutenzione straordinaria di impianto elettrico e impianto rilevazione fumi nel museo archeologico di Palazzo Rocca
* Messa a norma dell’Auditorium della Filarmonica Città di Chiavari
* Rifacimento impermeabilizzazione del lastrico solare della palazzina del porto
* Manutenzione spazi sottostanti la piastra del porto turistico per agibilità e adeguamento alla normativa antincendio
* Risanamento frontalini soprastanti i negozi del porto turistico
* Installazione di nuova illuminazione a led per il risparmio energetico
* Dragaggio del porto turistico
* Completamento marciapiede in Via San Rufino
* Costante manutenzione dei marciapiedi
* Realizzazione di impianti di videosorveglianza

SPORT
* Realizzazione parcheggio in area contigua al campo sportivo di via Gastaldi
* Realizzazione e installazione pannello e recinzione grigia per accesso allo stadio
* Realizzazione cancelli e barriere new jersey al campo sportivo per suddivisione area degli autobus degli ospiti per le partite di calcio
* Nuove gradinate prefabbricate nel campo sportivo di Via Gastaldi per aumento capienza spettatori
* Copertura, nuovi impianti e nuovo manto erboso sintetico di ultima generazione al campo sportivo “Daneri” di Caperana
* Nuova copertura in parquet del palazzetto dello sport di Sanpierdicanne
* Nuovi impianti e illuminazione della piscina comunale

SERVIZI E SCUOLE
* Ristrutturazione dei locali dell’Anagrafe comunale
* Nuovo ascensore al palazzo comunale per consentire l’accesso a tutti
* Lavori di completamento del palazzo ex nuovo tribunale per adibirlo a uffici polifunzionali
* Riqualificazione energetica dell’asilo nido comunale “Soracco”
* Riqualificazione energetica della scuola materna di Caperana
* Riqualificazione energetica della scuola materna di Ri Basso
* Manutenzione straordinaria servizi igienici della scuola materna di Ri Basso
* Adeguamento della centrale termica della scuola “Della Torre”
* Adeguamento dei locali dell’asilo nido “Soracco” e sistemazione delle aree esterne
* Realizzazione di nuovi colombari al Cimitero
* Manutenzione straordinaria del cimitero urbano
* Intervento di adeguamento centrale termica scuole “Mazzini”, piscina comunale, asilo nido “Soracco”

QUARTIERI E FRAZIONI
* Pista ciclabile dal Ponte della Maddalena e sino alle caserme di Caperana
* Parco giochi “N. Fedele” di Sanpierdicanne
* Ampliamento del piazzale antistante la Chiesa di Sanguineto
* Nuovi lavori di asfaltatura del manto stradale nel quartiere di Caperana
* Lavori eseguiti presso il Parco Talassano
* Realizzazione di strada di collegamento a Ri Basso tra Via Ugolini e Salita San Michele
* Messa in sicurezza della piazzetta a Sant’Andrea di Rovereto
* Realizzazione di impianto di pubblica illuminazione nella strada interpoderale ad uso pubblico di Caperana alta
* Lavori di messa in sicurezza della Cava di Bacezza
* Manutenzione del sentiero lungo Entella a monte delle caserme di Caperana e sino al confine con il Comune di Carasco
* Lavori per realizzazione di parcheggi a raso per edifici di Via dei Lertora 5, 17 e 19
* Nuovi infissi in alluminio negli edifici di edilizia residenziale pubblica in circonvallazione a monte
* Messa in sicurezza della strada che congiunge Via Sanpierdicanne con le frazioni di Maxena e Sanguineto
* Sistemazione idraulica fosso di Ri
* Rifacimento pubblica illuminazione tra la salita per la chiesa di Caperana e il civico 450 di Via Piacenza
* Affidamento lavori per pubblica illuminazione nella strada interpoderale di accesso alla frazione di Caperana case sparse

I progetti per i prossimi cinque anni

MESSA IN SICUREZZA DAL RISCHIO IDROGEOLOGICO
– Messa in sicurezza dal rischio idrogeologico, al fine di scongiurare sempre più gli eventi alluvionali. Ciò riguarderà il fiume Entella, ma soprattutto il torrente Rupinaro e tutti i rivi che vi confluiscono.
– Per l’Entella, proseguiremo con l’opera di rifacimento o rinforzamento degli argini, seguendo un percorso già intrapreso e andando avanti con i lavori, sia alla foce che in altri punti, anche con il contributo della Regione.
– Previsto anche il dragaggio della foce dell’Entella. Con la sabbia di risulta vogliamo realizzare nuove spiagge (a partire dalla zona del porto e sino a Preli), anche tramite lo spostamento dei pennelli.
– Per il Rupinaro, abbiamo in cantiere un progetto epocale, grazie ai 9,5 milioni già stanziati da Regione e Comune.
– Previsti: nuove verifiche statiche degli argini; i nuovi ponti di corso Italia e viale Tappani a campata unica; tombinatura di Rio Campodonico per mettere in sicurezza il palazzetto dello sport.
– Si potrà iniziare con i lavori di abbassamento dell’alveo del Rupinaro.
– Con il progetto approvato e realizzato si ridurrà la zona rossa a Chiavari del 93%.
– Sistemazione dei canali di scolo sotterranei in collaborazione con Idrotigullio/Iren.
– Proseguire la campagna di comunicazione e sensibilizzazione sui temi della Protezione Civile e sui comportamenti da tenere in caso di allerte.

LAVORI PUBBLICI

– Massima attenzione non solo per le zone centrali, ma anche per i quartieri e le frazioni: mantenimento della pulizia di strade comunali, vicinali e pedonali, effettuando opere sia di ordinaria che di straordinaria manutenzione.
– Va perseguita la strada dell’impiantistica, anche a lotti: rifare l’illuminazione pubblica e portarla a led per aumentare la sicurezza e diminuire notevolmente la spesa corrente.
– Realizzare il progetto di riqualificazione delle piazze storiche più importanti della città: Piazza Mazzini (anche con i sottoservizi), Piazza Matteotti, Piazza Fenice.
– Portare avanti, in accordo con la Soprintendenza, il progetto di risistemazione e riqualificazione delle facciate di Palazzo Rocca e la riqualificazione del Parco annesso.
– Allo studio anche un progetto di riqualificazione del Chiostro di San Francesco, sempre insieme alla Soprintendenza.
– Valorizzazione del water-front, nell’ambito di un progetto strategico complessivo che vada dalla foce dell’Entella sino alla zona più a ponente della città.
– In zona stazione, realizzeremo un nuovo parcheggio in fregio in corso De Michiel, in ex area delle Ferrovie dello Stato.
– Riqualificazione del lungo Entella, con prosecuzione di Viale Kasman sino al confine di Carasco; messa in sicurezza del fiume; realizzazione di una pista ciclabile anche dopo le caserme di Caperana.
– Nei vari parchi e giardini pubblici, installazione di chioschi per avere maggiore sicurezza e sorveglianza.
– Installazione di bagni pubblici in città, con strutture autopulenti.
– In tutta la città, a beneficio di chi utilizza la bicicletta, implementeremo le rastrelliere, in particolar modo nella zona del lungomare più prossima alle spiagge (da Piazza dei Pescatori).
– Allargamento, per motivi di sicurezza, delle curve di San Terenziano.

QUARTIERI E FRAZIONI
Indirizzi generali
I Quartieri sono una ricchezza: molti di loro sono caratterizzati dalla Chiesa Parrocchiale e dal cimitero, fattori anche questi che alimentano nei residenti un forte senso di appartenenza. L’Amministrazione deve riconoscere queste tipicità, deve difenderle e valorizzarle, deve fare in modo che coloro che abitano nelle periferie non si sentano abbandonati, facendo sì che i collegamenti al centro della città siano efficienti, attraverso strade, piste ciclabili e servizi di trasporto pubblico.
Quanto al rischio idrogeologico, probabilmente molti dei problemi connessi ad alluvioni e allagamenti potrebbero essere ridimensionati, ricercando rapporti di collaborazione con i proprietari frontisti dei terreni. Ecco poi, quartiere per quartiere, gli interventi da effettuare, partendo dal comune denominatore di nuovi parcheggi e nuovi marciapiedi laddove possibile.
Caperana
– Individuazione di almeno due aree per il completamento dei parcheggi pubblici: uno in adiacenza del vecchio asilo nell’area “Boschetto”, l’altro posizionato in prossimità della prima curva di San Lazzaro, in una zona da individuare.
– Realizzazione di piccole aree di aggregazione con panchine e alberature da reperire nelle aree di parcheggio pubblico, anche mediante l’eliminazione di alcuni posti auto.
– Pulizia di tutti i rivi presenti nel territorio con ricostruzione dei muri d’alveo crollati con l’ultima alluvione. La pulizia dovrà essere fatta anche nei condotti sotto il manto stradale e nei tombamenti, utilizzando attrezzatura specifica.
– Messa in sicurezza mediante accordo con i proprietari frontisti della strada in Caperana alta, considerato che in caso di blocco di Via Parma resta l’unico collegamento.
– Per l’efficienza della raccolta differenziata occorre creare delle oasi controllate con tutti i contenitori.
– Occorre posizionare i cestini di raccolta dei rifiuti da strada che, attualmente, si fermano a Ri Basso.
– Realizzazione di uno sportello del cittadino ubicato nell’edificio del comune di fronte allo stadio comunale, con informazioni sui servizi sociali, anagrafe ecc.

Rupinaro
– E’ stata effettuata una pulizia straordinaria e da anni richiesta della cosiddetta “Verania” in zona Rupinaro. Si intende porre definitiva soluzione con un bypass.

Maxena, Campodonico, Sanguineto
– Per i quartieri di Maxena, Sanguineto e Campodonico (ma anche Sanpierdicanne e Ri Basso) occorre ottenere delle soluzioni che mettano fine ai disagi a causa della presenza dell’autostrada.

Sanpierdicanne
– Gli interventi a Sanpierdicanne sono anzitutto legati alla messa in sicurezza del Rupinaro e dei suoi affluenti.
– Per il Rio Campodonico, occorre rifare il tratto tombinato che conduce al Palazzetto dello Sport.
– Previsto anche il rifacimento del tratto finale del Rio Bona.
– Anche per Sanpierdicanne è prevista la realizzazione di una pista ciclabile che colleghi la zona al centro, con la creazione di un parcheggio d’interscambio in un’area già individuata dal Puc.

Ri
– E’ in corso la progettazione della riqualificazione di Piazza del Buono, sulla base di un progetto proposto a Dicembre.
– Si intende: ammodernare la zona del campo da basket mettendo una pavimentazione più idonea  alla pratica sportiva; inserire un campo gioco baby con pavimento antitrauma e dispositivi (porte da calcio ecc) e un’area attrezzata per la ginnastica e l’allenamento di adulti all’aria aperta; migliorare la zona dei giochi per i piccoli, la videosorveglianza, l’arredo urbano, provvedere alla sicurezza antiscivolo; realizzare nuovi servizi igienici.
– A Ri Piani si prevede l’installazione di nuove telecamere, e l’installazione di limitatori di velocità lungo via Parma, oltre che l’adeguamento dei marciapiedi.
– A Ri Basso occorre valutare il problema del traffico intenso, a tutte le ore del giorno, presso l’incrocio di Piazza Sanfront. La soluzione rimane quella del prolungamento di Viale Kasman.

Rovereto
– Allargamento della strettoia di via Sant’Andrea di Rovereto fra piazza Giacomo Bona e il confine con Zoagli.
– Riqualificazione del cimitero di Sant’Andrea di Rovereto.
– Installazione di nuove telecamere.
– Completamento del campetto pubblico (manto sintetico già in loco).

Palazzo Bianco , sede del Comune