Published On: Mer, Mar 20th, 2013

L’eterna discussione sul tunnel Rapallo – Santa: dialogo improduttivo

tunnelRAPALLO. Si torna a parlare del tunnel tra Rapallo e Santa Margherita. A sollevare ancora una volta la questione è il Presidente del Consiglio rapallese Armando Ezio Capurro che in una lettera al Sindaco invita il primo cittadino a prendere posizione in maniera netta e decisa.

“Hai chiesto all’assessore Paita se ci sono ancora i finanziamenti per il tunnel – scrive il professore – La risposta è sempre la stessa: ci sono, ma viste le ristrettezze finanziarie c’è il fondato rischio di perderli in caso di mancato accordo con Santa”.

“A cosa è servito il dialogo con il sordo DeMarchi? Che benefici ha avuto Rapallo? – prosegue Capurro – Gli unici benefici sono stati quelli che i Volontari del Soccorso debbono andare a Santa  fare il loro spettacolo di beneficenza a Santa perchè le Clarisse dopo 7 anni dal sopralluogo dei Vigili del fuoco ( giugno 2006 quando ero sindaco io) non sono ancora a norma”.

Così, a distanza di 10 mesi dall’insediamento dell’Amministrazione durante i quali è stata inviata in Regione una lettera congiunta da parte dei due Sindaci, non è stato istituito “il senso unico sulla Pagana per tutelare la sicurezza dei cittadini in attesa del tunnel” bensì – aggiunge – “un inutile semaforo giallo, la cui funzione è nulla, salvo i costi di installazione e di manutenzione” è giunta, per il Presidente del Consiglio, l’ora della scelta definitiva: “o si fa il tunnel o vi si rinuncia mettendo il senso unico da San Michele a Santa per ridurre il traffico a partire dall’autostrada”.

“Rapallo non può continuare a subire l’inquinamento e a pagare i costi di asfalto provocati dai veicoli diretti a Santa – conclude Capurro – ricordo che le strade che portano a Santa sono comunali e Rapallo deve sopportarne totalmente i costi, mentre dopo l’Imperiale e dopo le Logge sono provinciali e Santa non paga nulla: oltre il danno, la beffa”.

Giungono infine via web alcuni interrogativi da parte di Massimo Pernigotti, capolista di Liguria Moderata alle passate elezioni amministrative ed assessore per un giorno nella Giunta Costa: “Che fine ha fatto l’ipotesi del tunnel corto? Quello Rapallo – Rapallo? Perché non si persegue quello? Scusate se insisto ma le raccolte firme del “Circolo della libertà” che io stesso firmai (e che fu sottoscritta anche da Giorgio Costa e dall’attuale maggioranza – nda) era per il corto su Rapallo, considerato che con Santa era inutile provare a dialogare perché non vuole nessuno sbocco sul suo territorio. Che mi si dica pubblicamente che quello corto non si può fare ed i motivi, visto che esiste un protocollo di intesa firmato da Regione, Provincia e Comune di Rapallo, datato 3 agosto 2006 che prevede il tunnel corto”.

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Roberto Tosi ha detto:

    Bravo Ezio questo si che è parlare………..il problema però e che, purtroppo, le tue parole entrano da un orecchio ed escono dall’altro!
    Anzi, dice il sindaco, che meno scrivi meglio è, avanzi di far perdere tempo.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>