Published On: Gio, Set 7th, 2017

Lettera aperta al sindaco Bagnasco sull’onda USA contro Cristoforo Colombo

Angelo Canessa, dell’associazione Liguri Antighi – I Rapallin wwwliguriantighi.it – ha inviato una lettera aperta al sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco, sull’ondata di idiozie e luoghi comuni antistorici che si è verificata in America (sia negli Stati Uniti sia in Europa si nascondono o non si conoscono i dati della Storia). Vedi il nostro articolo.
Purtroppo, come ci ricorda Renato Lagomarsino, c’è il rischio di uno snaturamento del Columbus day:

Sull’argomento “distruzione statue di Colombo” posso aggiungere che ho ricevuto una telefonata da San Francisco da parte di Joe Gardella nativo di Lumarzo, paese della madre di Frank Sinatra. Gardella mi ha ringraziato anche a nome di Richard Cuneo, dei “Liguri nel Mondo”, per la protesta manifestata dal Centro Culturale del Lascito Cuneo. Entrambi stanno facendo di tutto per evitare che il Governo, sotto la pressione di una minoranza agguerrita, assuma decisioni antistoriche, però sembra che già il Columbus Day, per ragioni di convenienza politica, venga abolito.  “Ma noi italoamericani di San Francisco – ha detto Gardella – non rinunceremo alla nostra festa. Faremo la tradizionale sfilata, che quest’anno si svolgerà lunedì 9 ottobre. La chiameremo “Parata degli italiani” e per non suscitare reazioni non parleremo di Cristoforo Colombo. Ricorderemo tuttavia le centinaia di migliaia di persone, soprattutto i liguri, che con il loro lavoro e la loro intraprendenza hanno contribuito a rendere prospera questa nazione. La comunità italiana è ancora molto consistente e unita. Certe iniziative vengono però portate avanti da noi che ormai siamo anziani. Non so come andrà a finire quando non ne avremo più le forze o non ci saremo più”.

Di seguito la LETTERA  APERTA al sindaco Bagnasco

Ill.mo Signor Sindaco,
si sta avvicinando il giorno dell’anniversario della scoperta dell’America e, mentre noi siamo sempre in attesa della “buona novella” dell’istituzione della Giornata Colombiana, richiesta da tempo – e ripetutamente – alla Sua Amministrazione Comunale, ci giungono invece continue notizie di atti e comportamenti barbari verso i simboli e la memoria di Cristoforo Colombo dal continente da lui scoperto.

Come Ella certamente sa, l’Associazione “Liguri Antighi – I Rapallin” ha tra i suoi scopi “l’impegno di mantenere sempre viva la memoria della “Gens Ligustica” e del suo glorioso passato e  di ricordare e rendere onore  ai suoi personaggi illustri“. E Cristoforo Colombo è,  tra questi, indubbiamente il più insigne, ed inoltre, come storicamente attestato, risulta pure oriundo dell’antico territorio di Rapallo.

Pertanto, di fronte a tali detestabili fatti, l’Associazione sente il dovere di esprimere pubblicamente la propria profonda indignazione e la decisa condanna morale di quanti, nel “nuovo mondo”, si scagliano irrazionalmente e ignominiosamente contro il grande navigatore, suo scopritore, che non può avere colpa alcuna dei crimini compiuti dai crudeli conquistatori arrivati dopo di lui.

L’Associazione Liguri Antighi – I Rapallin, in considerazione dell’atavico legame di Cristoforo Colombo con la terra antica di Rapallo, si permette inoltre di auspicare che Ella, Signor Sindaco, unitamente all’on. Giunta Comunale, voglia far conoscere al riguardo il pensiero dell’Amministrazione e, qualora concordi con quello del sodalizio, voglia  porgere un’energica nota di protesta alle autorità americane, diplomatiche in Roma e consolari in Genova.

Infine, sebbene il tempo di qui al 12 ottobre sia breve, l’Associazione continua a sperare perché a Rapallo tale data venga ricordata con le dovute onoranze, oggi più che mai, per contrastare almeno moralmente chi offende la storia e vuol far passare per criminale un personaggio italiano di così elevata statura.
Con la fiducia che la presente sia accolta con benevola considerazione, l’Associazione ringrazia e porge deferenti saluti.
A nome dell’Associazione “Liguri Antighi – I Rapallin”
Angelo Canessa

Mappa di Piri Reis (1513)