Published On: Lun, Gen 20th, 2020

Liguria: arriva la rigenerazione urbana

A partire dal 20 gennaio i Comuni liguri possono presentare le domande per partecipare al bando della Regione relativo alla progettazione di interventi finalizzati alla rigenerazione urbana ed al recupero del territorio agricolo. Il bando ha una prima dotazione di 420.000 euro e riconosce un contributo fino all’80% della spesa ammissibile, con un importo finanziato massimo pari a 30 mila euro, per progetti che riguardino interventi in zone carenti di servizi, edifici con problemi tecnologici, statici ed energetici che debbano essere recuperati, aree urbane colpite da fenomeni di marginalità economica e sociale o da criticità ambientali. Le spese ammissibili possono riguardare incarichi esterni per la predisposizione di elaborati, studi di fattibilità, progettazioni, indagini, studi e consulenze specialistiche. Termine ultimo di presentazione delle domande il 31 gennaio p.v.

“Questo bando – dichiara il capogruppo regionale Muzio – nasce in esito alla legge sulla rigenerazione urbana e il recupero del territorio agricolo approvata dal Consiglio Regionale a novembre 2018. Tale legge costituisce un atto strategico dell’attuale Amministrazione, perché individua la rigenerazione urbana quale alternativa al consumo di nuovo suolo e favorisce il recupero di zone in condizioni di degrado urbanistico ed edilizio, il tutto con lo scopo di migliorare la qualità ambientale, paesaggistica, architettonica e sociale del tessuto edificato”.

Grazie a questo bando la Regione dà una prima risposta ai Comuni che intendono avviare processi di rigenerazione urbana e viene incontro alle richieste pervenute dagli Enti locali e delle Associazioni dei professionisti, con un’attenzione particolare ai Comuni medio-piccoli, che hanno maggiore difficoltà ad affrontare importanti spese di progettazione”.

“La legge e questo primo bando potranno in particolare sostenere i Comuni dell’entroterra, nei quali più si fanno sentire le problematiche legate allo spopolamento dei borghi e all’abbandono dei terreni, che rappresentano due delle grandi questioni su cui si gioca già oggi il futuro della Liguria. Tanti sindaci e amministratori locali sono impegnati per contrastare questi fenomeni, ed è doveroso che la Regione li sostenga al massimo grado”, conclude Muzio.

Ulteriori informazioni sul bando e sulle modalità di presentazione delle domande si trovano a questo link.