Published On: Mer, Mar 15th, 2017

Liguria: No a centrale Enel di Genova, ma Sì all’autostrada dentro la città

Seconda parte della discussione in Consiglio di Regione Liguria, svoltosi ieri. No unanime alla riapertura della centrale Enel di Genova. Rispetto alla nuova strada di collegamento a Framura, Gianni Pastorino (ex Pd, ora “Rete a sinistra”) tende a bloccare la nuova strada tra Framura e alcune frazioni montane, su cui sono già state compiute le valutazioni necessarie. E’ una strada indispensabile, in un’area in cui le vie di collegamento sono già molto critiche per la tipologia orografica. Possibile che per una strada di poche centinaia di metri in Italia ci vogliano anni di discussioni, mentre in Egitto hanno raddoppiato il canale di Suez in poco più di un anno, e in Cina si fanno centinaia di km. di TAV in un anno?
Forse è colpa delle troppe discussioni, se ci vogliono 40 anni per non fare la circonvallazione autostradale di Genova. A Genova bloccano la centrale Enel, che è comunque meno inquinante dell’autostrada dentro la città (che nessuno contesta…). I cittadini in genere sono peggiori dei loro politici.

Forse è colpa della cultura politico-burocratica di Pastorino (e di troppi partiti da troppi decenni) se le opere in Italia si fanno comunque peggio che altrove, anche se ci vogliono anni e anni di discussioni e realizzazione, con minore libertà di mercato (concorrenza), con costi più alti, con tangenti e procedimenti etici a volte dubbi?

Dismissione della centrale Enel di Genova
Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità un ordine del giorno unitario sulla definitiva dismissione della centrale Enel di Genova. Nel documento si ricorda, tra l’altro, che in merito all’anticipata messa fuori servizio dell’unità di produzione numero 6 della centrale  termoelettrica, richiesta da Enel,  il ministero  dello sviluppo economico ha risposto che ritiene “non si possa procedere alla messa definitiva fuori servizio per i prossimi mesi fino alla conclusione di potenziale fabbisogno”. Il documento impegna pertanto la giunta ad attivarsi presso il ministero dello Sviluppo economico  affinché venga rivisto il diniego alla definitiva dismissione della centrale Enel di Genova Sampierdarena.

 Nuova strada di collegamento a Framura, tra Setta e Casella
Gianni Pastorino (Rete a Sinistra) attraverso un’interrogazione ha chiesto alla giunta se  il Puc di Framura è coerente con il Piano Territoriale di Coordinamento Paesistico rispetto all’iter del progetto per realizzare una strada pista tra le località Setta e Casella. Pastorino ha rilevato che Italia Nostra e Legambiente hanno segnalato criticità dal punto di vista ambientale, idrogeologico, paesaggistico.
Per la giunta ha risposto l’assessore all’urbanistica Marco Scajola

Rivedere il sistema di riscaldamento nelle scuole  e degli edifici pubblici.
Giovanni De Paoli (Lega Nord Liguria-Salvini) ha presentato un’interrogazione per chiedere di modificare il sistema di riscaldamento degli edifici pubblici, in particolare quelli scolastici, passando da una programmazione a ore ad una programmazione a temperatura media dei locali, mediante termostato ambiente che consentirebbe un  risparmio di energia ed maggior comfort agli utenti.
Per la giunta ha risposto l’assessore all’edilizia Marco Scajola

Stazione  della Spezia-Migliarina
  Francesco Battistini (Gruppo misto- Libera-Mente Liguria) con un’interrogazione ha denunciato che i servizi della stazione di Migliarina sono carenti. Battistini ha chiesto alla giunta nuovi servizi per l’accoglienza dei passeggeri, il ristoro e la possibilità di dotarsi di documenti di viaggio 24 ore al giorno per 365 giorni all’anno e progetti di utilizzo della stazione per il traffico turistico con le località del territorio spezzino.      Per la giunta ha risposto l’assessore ai trasporti Gianni Berrino

Sulla richiesta di stoccaggio di inerti nel Porto di Oneglia
Marco De Ferrari  (Mov5Stelle) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta anche dagli altri componenti del gruppo, sull’ipotesi di stoccaggio di inerti nel Porto di Oneglia in cui ha chiesto alla giunta  la provenienza e il luogo ove avverrà la riprofilatura dei massi stoccati.

Per la giunta ha risposto l’assessore all’Ambiente  Giacomo Giampedrone

Lotta alle malattie rare
Sergio Rossetti (Pd) ha interrogato la giunta sull’aggiornamento dei dati anche sul sito regionale, per l’informazione in merito alle malattie Rare e sulla riattivazione del Comitato etico regionale. Per la giunta ha risposto l’assessore alla sanità Sonia Viale

 Deposito di bitume della BIT Savona S.c.r.l
Andrea Melis (movimento 5 Stelle) ha illustrato un’interpellanza, sottoscritta da tutto il gruppo, con la quale ha chiesto alla giunta notizie in merito al progetto per la realizzazione di un deposito di bitume nell’area portuale savonese, osteggiato dai cittadini. Melis ha tra l’altro chiesto quali sono le ragioni che hanno portato alla modifica dei componenti del Tavolo tecnico di monitoraggio istituito nel 2016 per approfondire lo stato di avanzamento del progetto in questione. Per la giunta ha risposto l’assessore all’ambiente Giacomo Giampedrone

Accordo economico e commerciale fra Ue e Canada
Alessandro Piana (Lega Nord Liguria –Salvini) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta dagli altri componenti del gruppo, in cui ha chiesto alla giunta le conseguenze del nuovo accordo globale economico e commerciale (CETA) tra UE e Canada circa  la produzione e i posti di lavoro in Liguria e le misure per tutelare le eccellenze agricole ed alimentari liguri ed il relativo indotto.   Per la giunta ha risposto l’assessore all’agricoltura Stefano Mai

Emergenza Pronto Soccorso ospedale Sant’Andrea di La Spezia
Francesco Battistini (Gruppo misto Libera-Mente Liguria) ha presentato un’interrogazione in cui ha chiesto alla giunta i motivi dell’emergenza verificatasi l’11 gennaio scorso presso il Pronto Soccorso dell’ospedale Sant’Andrea di La Spezia e se questi motivi sono legati ad un’insufficiente numero di posti letto o personale qualificato, dell’unità di crisi appena istituita. Per la giunta ha risposto l’assessore alla sanità Sonia Viale

Regolamentazione dell’esercizio dell’agopuntura, della fitoterapia e dell’omeopatia
Su questo argomento sono state presentate due interrogazioni.
Gianni Pastorino (Rete a Sinistra) ha presentato un’interrogazione in cui ha chiesto alla giunta perché non è stata ancora nominata la Commissione che valuta la certificazione di qualità della formazione e dell’esercizio dell’agopuntura, fitoterapia e omeopatia.

Alice Salvatore (Mov5Stelle) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta anche dagli altri componenti del gruppo, in cui ha chiesto alla giunta  di «procedere al recepimento dell’Accordo Stato-Regioni sulle Medicine Non Convenzionali, permettendo così alle scuole di agopuntura di essere accreditate come previsto dalla normativa nazionale».
Per la giunta ha risposto l’assessore alla sanità Sonia Viale

Iscritti ai corsi precedentemente erogati dall’Ente Euroform di Genova Gabrielle Pisani (Movimento 5 Stelle), insieme al suo gruppo, ha chiesto alla giunta di intervenire sulla vicenda dei corsi erogati dall’ente di formazione Euroform, al quale è stata revocato il riconoscimento di 4 edizioni dei corsi da Regione e Città Metropolitana di Genova. A preoccupare in particolare è la sorte degli iscritti che al momento non riescono a concludere il loro percorso formativo. Per la giunta ha risposto l’assessore alla formazione Ilaria Cavo.