Published On: Lun, Nov 25th, 2013

L’ing. Traldi (che previde il crollo del ponte di Carasco) scrive al Prefetto

L’ingegnere Traldi ha scritto una missiva al Prefetto di Genova e -per conoscenza- al Ministero degli Interni, Regione,  Provincia,  Comune di Carasco, procura di Genova, Ordine degli ingegneri…
Oggetto del testo è la lentezza con la quale saranno avviati e realizzati i lavori previsti a Carasco per l’apertura del nuovo ponte. Una lentezza della quale avevamo già parlato in questo articolo.

“…Io avrei già riparato il ponte, con meno spese di demolizioni e rifacimento d’impianti… Qualcuno dovrà pagare anche tutte le modifiche degli impianti!”
Vorrei far presente che il 22/11/1966, in sole SEI ORE, realizzai mezzo sottopasso della Via Aurelia, a Cavi di Lavagna..
Per rabbia e livore.. il Sindaco Noceti ci fermò i lavori … Li finimmo dopo 6,5 anni di ricorsi al TAR!
Nel 1964, in una sola notte, realizzammo il sottopasso della sede FFSS… e non ci fecero pagare nemmeno una LIRA per premiarci la velocità.
Nel 1971, in meno di un anno, realizzammo una fabbrica d’ossido di zinco, a Carasco e, nel 2000, una casa impermeabile e galleggiante a Casarza…
 Dal 1968 sopporto l’ignoranza, la delinquenza, l’inconsistenza, irrazionalità ed antieconomicità dei funzionari tecnici degli Enti Pubblici … che dovrebbero salvaguardare la sicurezza, l’economia pubblica e le opere inerenti.
 Ponti sbagliati e crollati, Piani di Bacino stravaganti, personaggi con capacità decisionali d’ammuina o sperperative di tempo ed €uroni.
TUTTI IRRESPONSABILI ed IMPUNITI 
Nel novembre 1976 sollecitai l’intervento del Genio Civile, per evitare il crollo del Pontevecchio di Carasco! Crollò nel febbraio 1977 !
Mi sono offerto per collaborare, parlando di persona con la signora Bacigalupo, Presidente del GAL & INVITANDO SINDACI ED AMMINISTRATORI ad un incontro nella Sala Ghio Schiffini della Società Economica di Chiavari : tutti assenti!
Dopo tutti gli errori o dimostrazioni d’incapacità amministrative… continuano a tenere banco e cattedra proponendo altre boiate ( lavori su due turni.. e non sanno che i ponti autostradali li abbiamo fatti lavorando su TRE TURNI…?demolizione completa, quattro mesi1.400.000 € di spesa?). 

Non sono stati capaci di organizzare due boiate d’interventi e non hanno capito le cause degli eventi devastanti. Hanno brevettato le BOMBE D’ACQUA... ma si sentono all’altezza di prevedere spese DOPPIE (bastano 700.000 € per il ponte nuovo e ne bastavano molto meno, recuperando i pezzi del vecchio ponte... ) .
Altra prova dell’incapacità economica-organizzativa-tecnica degli architetti o ingegneri politicizzati!
E non sanno come sistemare l’alveo!

La invito a prendere l’iniziativa dell’organizzazione di un incontro fra INGEGNERI & IMPRESE urgente e costruttivo, ammettendo la presenza di politici/ammuinistratori o burotecnici solo a livello d’apprendimento scolastico.   Mi metto a disposizione, con due ore di preavviso.
Ing. Traldi Francesco

Ponte San Pietroburgo (47 km.)

Ponte San Pietroburgo (47 km.)

Il ponte di 36 km. in Cina

Il ponte di 36 km. in Cina

CARASCO PONTE CROLLATO melgrati

 

Displaying 3 Comments
Have Your Say
  1. cippalippa ha detto:

    x Verità ….

    x zelig sono sicuramente buoni gli attuali ingegneri nonchè tutta la classe dirigente della P.A., ma a livello nazionale, basti vedere cosa succede con un temporale!! Poi oltre al danno la beffa dell’aumento delle accise sui carburanti così il ponte di carasco lo pagheremo per l’eternità!!

  2. ALDO ha detto:

    L’ING. TRALDI HA PERFETTAMENTE RAGIONE, ANCH’IO SONO DEL SETTORE E CONDIVIDO APPIENO TUTTE LE SUE PAROLE. IL VERO PROBLEMA CHE LE OPERE PUBBLICHE SONO DIVENTATE UNA CASSA DOVE ATTINGONO POLITI E BUROCRATI…

  3. Personaggio molto originale.. buono per Zelig..

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>