Published On: Sab, Apr 27th, 2013

Bilancio consuntivo: scocca l’ora della resa dei conti?

Sala-consigliare-Rapallo-Version-21RAPALLO. La discussione sul bilancio consuntivo 2012 approderà in aula alle ore 17. Molti i nodi da sciogliere dopo la seduta di mercoledì scorso disertata in blocco dalla maggioranza e gli errori procedurali dell’atto di convocazione.

“Nessuna strategia – si apprestava a chiarare il Sindaco Giorgio Costapenso che un atto come l’approvazione del rendiconto di bilancio, pratica determinante per il prosieguo dell’Amministrazione, richieda la presenza di tutti i Consiglieri di maggioranza, a prescindere dalle rispettive intenzioni di voto. Sapevamo già da tempo che almeno due consiglieri oggi non avrebbero potuto partecipare, da qui la decisione unanime di rinviare il Consiglio a martedì prossimo in seconda convocazione”.

Sul piede di guerra le opposizioni come lasciano presagire alcune dichiarazioni della vigillia: “Allora Signor Sindaco – affermava il coordinatore cittadino del Pd Mauro Mele a questo punto lei, ovviamente, ci da la garanzia assoluta che nella prossima seduta saranno tutti presenti? Perché se così non fosse ci sentiremmo presi in giro, e magari anche lei stesso prova questo sentimento”.

In diretta da Piazza delle Nazioni

19.16

Approvate all’unanimità sia l’ordine del giorno che il rendiconto di bilancio sulla gestione 2012

19.11

Bavestrello chiede al cameraman di inquadrare i banchi vuoti dell’opposizione: grave l’assenza della minoranza dopo i pistolotti fatti dalla consigliere Cerchi

19.10

L’Assessore Paola Tassara replica indirettamente a Bagnasco sullo stato delle scuole: non capisco perché mi chiedano di riferire, quando loro sanno benissimo come le hanno lasciate.

19.02

Vetrugno: abbiamo realizzato opere bloccate e attese da anni. Asfaltature fatte in precedenza solo alla vigilia delle elezioni. Fatto molto anche in tema di viabilità, per la meraviglia di Tosi: realizzato parcheggi moto, recuperato parcheggi liberi da Apcoa, stiamo portando a termine una convenzione con gli operatori portuali per favorire il transito delle imbarcazioni.

18.57

Interviene l’Assessore Di Carlo: quando uno entra in una casa, la prima cosa è dare il bianco. Noi abbiamo trovato una casa distrutta dalla politica precedente. Con noi la città è di tutti, non solo di pochi.

Tetto della piscina che perde, campo Macera privo di agibilità sono solo alcuni esempi concreti della gestione precedente

Esistono due categorie di politici: quella che cerca la visibilità e quella dei fatti. Sta alla città giudicare, ma credo che questa è l’Amministrazione dei fatti.

18.51

Reggioni: viste le immagini delle precipitazioni di oggi, sono convinto che se non avessimo aperto quel “buchetto” sul San Francesco che ci aveva chiesto la Provincia le cose sarebbero andate diversamente. Stiamo cercando di fare opere di bonifica del territorio che la città attendeva da anni.

Dilettanti allo sbaraglio? Sulle procedure forse, ma non sui contenuti. Non copiamo la politica nazionale, cerchiamo di essere costruttivi e dare un contributo per risolvere le problematiche. Ascolto tutti, sono a completa disposizione.

18.39

Gerbi: la minoranza oggi ha fatto un gioco sporco nei confronti della città. Quello di oggi è un documento importantissimo

18.32

L’Assessore Paolo Iantorno prende la parola prima delle dichiarazioni di voto.

Solo pochi giorni fa si levavano accuse dai banchi oggi vuoti dell’opposizione. Ancora una volta l’opposizione, anziché fornire un atteggiamento costruttivo, ha preferito abbandonare l’aula (come in occasione del consiglio comunale sugli equilibri di bilancio).

Stigmatizzo il comportamento del presidente del Consiglio Bagnasco che ha permesso alla minoranza di sottoporre una questione pregiudiziale che tale non era, ma che rappresentava esclusivamente un attacco alla maggioranza.

Nel 2012 sono stati risparmiati 125.000 Euro sul servizio di igiene ambientale (Aimeri e discarica di Scarpino). Emessi, anche grazie alla video sorveglianza, 94 sanzioni per conferimento rifiuti scorretto.

Non è vero che quest’Amministrazione non recepisce i progetti che provengono dall’esterno, vedi campagna olii esausti proposta dalla Lega Navale Italiana. Questa è l’Amministrazione del dialogo.

18.22

Prende la parola il Sindaco Costa per una relazione sul bilancio.

  • abbiamo rispettato il patto di stabilità. Avanzo di gestione di oltre 5.300.000 Euro
  • parte dell’avanzo di gestione, che andiamo ora ad approvare, andrà a pagamento delle bollette i fornitura elettrica di cui tanto si è parlato in questi giorni
  • abbiamo estinto mutui preesistenti e riconosciuto debiti fuori bilancio
  • il bilancio quadra, con l’approvazione di tutti gli organi competenti

Non possiamo permetterci di giocare con Rapallo, ma dobbiamo tutti quanti lavorare per risolvere i problemi della città.

Lunedì ci incontreremo con Edison per mettere a posto definitivamente la questione relativa alle utenze elettriche insolute.

18.15

Dopo 45 minuti di sospensione riprende la seduta

17.34

Assume la presidenza il Consigliere Gambero che concede la parola al Consigliere Faenza: “la minoranza non vuole il bene della città, ma semplicemente tornare al potere”.

17.32

“Chiedo la massima responsabilità da parte di tutti – afferma il Sindaco Costa – stiamo assistendo ad una guerra civile fatta di contrapposizioni continue che, per il bene di Rapallo, devono finire. Io cerco di essere il sindaco di tutti”.

“Prendo atto di alcune assenze, ma voglio credere, ripeto voglio credere ancora una volta, nella buona fede e nell’onestà di tutti”

17.27

La seduta apre con un’accesa questione pregiudiziale esposta dalla Consigliere Antonella Cerchi a nome di tutta la minoranza nella quale si esprime il biasimo per lo spettacolo indegno offerto dalla maggioranza nei confronti della città e dei suoi abitanti.

“Vi siete posti come paladini del cambiamento, ma ci state portando in una palude di ripicche e faide personali. Vogliamo capire se comanda il Sindaco o il presidente del Consiglio”. Poi, tra urla e schiamazzi ed un crescendo di toni, la minoranza abbandona compatta l’aula di piazza delle Nazioni.

17.20

Assenti anche, uno per parte, i consiglieri Brigati e Covre

17.19

Assente come da pronostico, il Presidente del Consiglio Capurro. Assume il controllo dell’aula il Consigliere anziano Carlo Bagnasco

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>