Published On: Gio, Set 28th, 2017

Lo sport a Lavagna: facciamo squadra. Considerazioni sul convegno

Il Convegno svoltosi giovedì scorso a Lavagna “Lo sport a Lavagna: facciamo squadra” è stata un opportunità per conoscere il lavoro, l’impegno ed i risultati ma anche le molteplici difficoltà delle società sportive lavagnesi. Ringraziamo tutte le società sportive intervenute alla serata per il loro contributo, in modo particolare ringraziamo Ezio Firenze, vicepresidente di Lavagna Sport, Roberta Compagnoni in rappresentanza dell’USD Lavagnese 1919 che hanno raccontato la loro esperienza nella gestione degli impianti sportivi, Evro Margarita che ha  raccontato la storia delle società e le difficoltà ed aspettative o meglio speranze. Ricordiamo la presentazione degli aspetti educativi, psicologici e di prevenzione affrontati con passione e competenza dalla Dott.ssa Francesca Sadowski, dalla Dott.ssa Sabrina Benvenuto e dalla Dott.ssa Laura Corsi. Un grazie per l’attività di promozione all’attività sportiva del Csi del presidente Cristiano Simonetti giá al lavoro per le iniziative della prossima stagione. Non possiamo non ricordare Claudio Muzio per la lealtà e passione che ha colpito la platea, l’affetto e l’amicizia di Gianluca Ratto assessore allo sport del Comune di Chiavari. Un grazie particolare per il messaggio, testimone di un legame sincero con la città di Lavagna, del dott. Marco Di Capua sindaco di Chiavari. L’associazione 100% Lavagna ha dato il proprio contributo proponendo un metodo nell’affrontare una politica sportiva per la città che possa promuovere lo sviluppo turistico della zona. Una programmazione condivisa tra amministrazione e società sportive che passi da una politica di Welfare society facendo rete
tra scuole, famiglie, parrocchie, istituzioni per promuovere una condivisioni di esperienze, competenze, progetti. Incentivare la crescita delle società e dei loro quadri tramite corsi di formazione per allenatori ed educatori, corsi di foundrasing e crownfounding e delle nuove normative emergenti dal nuovo disegno di legge che riforma le associazioni dilettantistiche.
Soprattutto lo spartiacque di dare vita ad rete tra comuni del bacino dell’Entella, Lavagna, Chiavari, Cogorno, Carasco, Leivi che possa coordinare, promuovere ed organizzare le varie attività. Arrivando ad una programmazione comune avendo come obiettivo il reperimento di fondi tramite bandi e finanziamenti, aprendosi anche alle opportunità date dalle nuove tecnologie. Discorso da affrontare in un convegno in preparazione quello delle piste ciclabili, dell’outdoor, dei percorsi del camminare urbano. Senza peraltro dimenticare le oggettive difficoltà del Comune di Lavagna generate, oltre che dai ben noti fatti, dal regime di pre dissesto esito di politiche dissennate e fallimentari che hanno caratterizzato gli ultimi anni.