Published On: Gio, Lug 7th, 2016

Lupi in val di Vara: giovane di Castello si salva arrampicandosi su albero

Un giovane residente a Castello è incappato in un brutto incontro col lupo. Castello è una frazione del comune di Carro, nota nel Tigullio perché sede di un santuario dedicato al beato Gianelli, originario di queste zone. Ci si trova in val di Vara, alle spalle delle Cinque Terre, una zona famosa in tutta Europa e meta turistica per gli stranieri che vogliono sfuggire alle masse pellegrinanti sui sentieri delle Cinque Terre.
L’alta val di Vara ha ormai diversi branchi di lupi, il che comincia a limitare lo stesso turismo estivo, le escursioni per funghi e rende più disagevole risiedere in un territorio tra i più belli della Liguria. Qualcosa si dovrà fare, ed è meglio ricorrere alla sterilizzazione attraverso esche, piuttosto che continuare con le fucilate che ormai regolarmente “risolvono la questione” per allevatori e contadini.
Sterilizzazione necessaria anche per i caprioli, che danno da mangiare alla crescente colonia di lupi, sulle strade e i sentieri della val di Vara sono ormai continui gli avvistamenti di lupi e di carcasse di animali sbranati.

L’incontro è avvenuto lunedi notte, quando il giovane Renato S. è uscito da una casa di amici per recarsi nella propria abitazione, poco distante dalle case della frazione. A poca distanza dalle case ha notato un animale sulla strada. Accesa la torcia, si è reso conto che non si trattava di un cinghiale o di un capriolo, ma di un esemplare di un grosso lupo. L’uomo a quel punto si è arrampicato su un albero (buona idea da ricordare) e ha chiamato i soccorsi col cellulare.

Photo credit: Attilio Giacché

Castello, val di Vara. Photo credit: Attilio Giacché

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>