Published On: Mar, Lug 16th, 2013

M5S: dimissioni dell’assessore al Turismo di Lavagna

Pesante attacco al Comune di Lavagna da parte del Meet-up M5S, che -a firma di Alessandro Lavarello (non è un parente dell’ex sindaco di Sestri Levante)- chiede le dimissioni dell’assessore competente Mauro Armanino. La eventuale “importazione” del mercato (outlet e non solo) di Forte dei Marmi è infatti saltata all’ultimo momento. Pressioni dell’altra fiera contemporanea, negligenze o esigenze di ordine pubblico come dice il sindaco Vaccarezza?
Di sicuro agli operatori del Forte sono state imposte condizioni svantaggiose, per cui l’operazione alla fine è saltata.

COMUNICATO
Il Meet Up Cinque Stelle di Lavagna, a seguito della cancellazione della manifestazione “Il Mercato di Forte dei Marmi” prevista per questa domenica 14 Luglio, resta sorpreso come tutta la popolazione residente incontrata, così come quella dei Comuni limitrofi e i turisti che ancora scelgono Lavagna.

Immaginare che un’amministrazione comunale (teoricamente di una città turistica) nel 2013 non  riesca ancora a programmare nel corso dei mesi un semplice evento di bancarelle sulla passeggiata a mare, in contemporanea alla festività Mariana del Carmine, valutandolo precedentemente in tutti i suoi aspetti ed eventuali complessità, sino al punto di doverlo far annullare il giorno prima del suo svolgimento, sembra ai confini della realtà.

Ci auguriamo che la minoranza consigliare chieda un Consiglio Comunale straordinario con risposte scritte, che non possano essere  manipolate.

Questo episodio ha scosso parecchio le coscienze di molti lavagnesi che si sentono ridicolizzati, sia agli occhi dei turisti sia a quelli del Consorzio “Gli Ambulanti di Forte dei Marmi” che con molta signorilità e capacità comunicativa ha già diramato un comunicato in merito.

Il dispiacere dei cittadini lavagnesi lo si può leggere sia sulle pagine di Facebook “Mugugni del Comune di Lavagna” sia camminando da Via Roma  alla passeggiata a mare.

Duole vedere che le iniziative del CIV “Sapore di mare” e del Consorzio degli operatori del lungomare di Lavagna vengono ad essere boicottate con pervicacia, con poco rispetto verso il tempo ed i denari da loro investiti.

Chi ha colpe di questo danno di immagine alla Città di Lavagna: dall’assessore al turismo od altri, sarebbe il caso che avesse il coraggio di lasciare la “carèga” dando delle dimissioni doverose.

lavagna-1

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Sarebbe atto dovuto e doveroso, quando si ridicolizza una popolazione.. a me chiavarese han fatto molto ma molto ridere..

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>