Published On: Gio, Mar 13th, 2014

M5S Lavagna: raccolta porta a porta disorganizzata, senza informazione e con problemi di igiene

Dopo l’articolo pubblicato ieri su Tigullio News, frutto di segnalazioni e lamentele di diversi residenti di Lavagna, oggi è il turno di Alessandro Lavarello, portavoce e candidato sindaco di M5S Lavagna. Un comunicato stampa del Movimento Cinque Stelle critica la “disorganizzazione del servizio imposto dall’amministrazione Caveri-Vaccarezza“, il quale ha avviato la raccolta porta a porta dei rifiuti domestici “senza informazione,  formazione e studio delle esigenze della città”.
A questo proposito a Chiavari, dove pure è stata avviata la raccolta porta a porta, non senza problematiche, a fine marzo il Comune prevede una nuova campagna di informazione ai cittadini. Il nodo critico riguarda proprio le modalità del porta a porta: serviranno informazione e dei correttivi, a Chiavari come a Lavagna: l’estate si avvicina e i pannoloni degli anziani, la sabbia del gatto, gli scarti di pesce in casa per più di 8 ore o per più giorni sono un problema.

Per Andrea Lavarello e il M5S i problemi risultano ancora più evidenti col bel tempo e l’arrivo dei primi turisti e proprietari di seconde case, che “non sanno dove buttare la spazzatura, e quando: “A oggi in tutta Lavagna non sono state attivate le isole ecologiche destinate alla raccolta della spazzatura per i non residenti – dove ci sono – e non sono ancora predisposte le nuove aree nei quartieri dove mancavano.

D’estate vi era stata una fase sperimentale con alcune attività commerciali della città, ma a nessuno di questi soggetti è stato chiesto un riscontro sulle criticità… La raccolta differenziata è doverosa  sia per senso civico che per dovere da Legge nazionale: Lavagna doveva aver raggiunto il 65% entro il 31/12/12, siamo al 24%

 Tra le numerose segnalazioni ricevute e che passiamo all’amministrazione, vi è la preoccupazione per l’igiene e la salute pubblica derivante dalla permanenza  dei contenitori domestici individuali sulla sede stradale dove sono oggetto di lordatura di cani e possibilità di contaminazione da parte di topi con relativi rischi di infezioni e malattie alla persona.  Speriamo che questo problema sia stato valutato in sede legale e non diventi oggetto di denunce da parte di cittadini con possibili condanne del Comune ad onerosi risarcimenti.”

Il sindaco Vaccarezza ha replicato oggi con dei dati: “Siamo al 75% di raccolta differenziata, adesso“. Il dato è positivo (non poteva essere altrimenti col porta a porta, cui non si sfugge), ma restano aperte le problematiche evidenziate da più parti.

raccolta_porta_a_porta

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>