Published On: Mar, Apr 2nd, 2019

M5S Rapallo: una parte del litorale non è accessibile

La Candidata Sindaco della Città di Rapallo Isabella De Benedetti dichiara “stupore” a proposito degli incontri tra Bagnasco e Carannante sulla programmazione di probabili spiagge libere, ma rimane preoccupata sulla “situazione disastrata di diverse porzioni di litorale oggi non accessibili“:

Il Sindaco ha accolto un suo sfidante  per parlare di spiagge libere con la conclusione di un accordo di intenti di massima per crearne di nuove. Salutiamo con favore questo idillio e siamo sicuri che il nostro attuale primo cittadino non stia facendo speculazioni elettorali sull’argomento. In un mondo ideale dovrebbe essere così ma la realtà è ben diversa.

Vista l’adesione alla nostra manifestazione #iosonoambiente tramite la quale abbiamo contribuito alla pulizia della spiaggia di S. Michele di Pagana, ci eravamo riproposti di ripetere l’iniziativa ed avevamo pensato alla spiaggia cosiddetta del “Castello dei Sogni”, un piccolo paradiso raggiungibile tramite una scala in ferro della quale tanti cittadini e turisti godono da sempre durante la bella stagione.

Urge un intervento serio e qualificato per sistemare con decisione e professionalità una delle poche spiagge libere della nostra Città. – dichiara Isabella De Benedetti, Candidata del Movimento 5 Stelle alla carica di Sindaco di Rapallo – Il nostro programma elettorale avrà a cuore anche gli aspetti legati alla cura del territorio ed alla relativa materia ecologica. La spiaggia in argomento è un fiore all’occhiello di Rapallo per tutti coloro che già la frequentano e per tutti coloro che invece la scopriranno grazie ad iniziative di promozione del territorio mirate. Auspichiamo che presto le tante e belle parole del Sindaco Bagnasco si traducano in fatti e non solo in slogan elettorali senza un fine operativo a tutela del bene pubblico e della zone turistiche a mare>>.

Con amarezza abbiamo scoperto che l’accesso alla spiaggia è interdetto perché la scala in ferro è seriamente danneggiata e c’è un muro che rischia di cedere ed è quindi da mettere in sicurezza. In più nei documenti predisposti dall’Amministrazione per le richieste danni subiti dalle spiagge nella mareggiata dell’ottobre scorso questo lavoro non è nemmeno menzionato.  Bagnasco ha invitato i possessori di seconde case a venire a Rapallo per poi offrirgli spiagge inaccessibili? Sono i fatti e non le parole che rendono le persone credibili. Constatiamo quindi che da oggi oltre alla “Rapallo di serie B” abbiamo anche la
Spiaggia dimenticata”.

Rapallo