Published On: Mer, Gen 9th, 2013

Manutenzione per le scuole di Santa Margherita

santa margherita Gandolfo 2
Anche per le scuole di Santa Mar­ghe­rita ligure vale la situa­zione che vige a livello nazio­nale: poche risorse messe a dispo­si­zione dallo Stato, edi­fici obso­leti e spesso non a norma (!), riscal­da­mento e rispar­mio ener­ge­tico a livelli del primo Nove­cento. Il comune di Santa Mar­ghe­rita ha deciso per­tanto di soste­nere l’Istituto com­pren­sivo “V.G. Rossi” con ulte­riori inter­venti edi­lizi e sociali. “Insieme alla diri­gente sco­la­stica – spie­gano il Sin­daco Roberto De Mar­chi, e l’assessore alla pub­blica istru­zione Mau­ri­zio Tuseo – abbiamo veri­fi­cato la qua­lità e l’intensità del lavoro svolto. I risul­tati con­se­guiti non rap­pre­sen­tano però un punto di arrivo ma un punto di par­tenza per nuove ini­zia­tive che sono già in can­tiere”. La poli­tica ci sem­bra cor­retta e per­sino inu­suale, in una nazione in cui, come già scri­veva il grande Ennio Fla­iano “Si ama l’inaugurazione e si tra­scura la manu­ten­zione”.

A Santa Mar­ghe­rita arri­ve­ranno alcuni inter­venti di manu­ten­zione, a par­tire dai ser­ra­mentiper garan­tire una mag­giore sicu­rezza dei ragazzi. Pre­vi­sta anche la rea­liz­za­zione di unascen­sore di col­le­ga­mento tra piano Terra e piani alti delle scuole medie (col­le­gato diret­ta­mente via tele­fono con la azienda manu­ten­trice). Pre­di­spo­sti anche:
– una linea per con­sen­tire alle scuole di acce­dere ad Inter­net tra­mite ADSL;
– ripa­ra­zione del tetto della mensa;
– imbian­ca­tura del por­tico della Scar­sella;
– accu­rata manu­ten­zione delle caditoie.

Per quanto riguarda la for­ma­zione e la didat­tica a breve par­tirà un labo­ra­to­rio pome­ri­diano per ragazzi della scuola secon­da­ria con pro­blemi fami­liari e di appro­fon­di­mento, men­tre si stanno stu­diando forme di pre­ven­zione delle dipen­denze. A ciò si aggiun­gerà uno stan­zia­mento sul tea­tro.
Abbiamo preso la deci­sione  di dedi­care la sta­gione tea­trale ai bam­bini invece che agli adulti, affian­can­dola a un labo­ra­to­rio spe­ci­fico – dichiara il Sin­daco , tito­lare della delega alla cul­tura – Quest’anno la sede del tea­tro sarà l’auditorium delle scuole medie. Da metà gen­naio a Pasqua, ogni dome­nica con ini­zio alle 16.30, il Tea­tro Scalzo di Genova pro­porrà uno spet­ta­colo foca­liz­zato su temi di stret­tis­sima attua­lità, dall’ecologia all’integrazione. Con quest’iniziativa vogliamo non solo sen­si­bi­liz­zare i più pic­coli sulle que­stioni capi­tali della nostra società, ma anche edu­carli al tea­tro e alla cul­tura, semi­nando in loro il desi­de­rio di assi­stere a un’opera tea­trale anche quando saranno ado­le­scenti o adulti. Non vedo miglior inve­sti­mento di quello rivolto allo svi­luppo delle menti più gio­vani, soprat­tutto in un momento sto­rico dove diversi casi di cro­naca evi­den­ziano il biso­gno di stru­menti cul­tu­rali utili ad affron­tare un disa­gio cre­scente”. Un solo appunto: il tea­tro, per essere amato, non deve “edu­care”. Deve diver­tire, appas­sio­nare, affa­sci­nare. Atten­zione quindi all’eccesso di didat­tica: uccide la didattica.

Displaying 2 Comments
Have Your Say
  1. Radice ha detto:

    La mensa esiste sempre????

  2. Radice ha detto:

    E’ normale amministrazione non andrebbe pubblicizzata.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>