Published On: Mer, Lug 13th, 2016

Marco Conti (Popolo per Sestri): accattonaggio molesto e venditori abusivi in spiaggia e passeggiata

Il consigliere Marco Conti sottolinea la mancanza di controlli efficaci dell’abusivismo e dell’accattonaggio.
Presi di mira l’accattonaggio molesto in tutto il centro storico (ma vi sono anche segnalazioni della presenza di rom in zona Ospedale).
Preso di mira anche l’abusivismo commerciale, con venditori illegali che vendono prodotti contraffatti in passeggiata a mare e soprattutto nelle spiagge, dove in effetti il ritmo dei passaggi di venditori extra comunitari è pressocché continuo.

La questione -legata in parte all’incremento dell’immigrazione clandestina, ma in realtà ben precedente all’attuale crisi migratoria- è nota all’Amministrazione, che ha recentemente preso alcuni provvedimenti in merito, ancora non a regime. La questione delle vendite, poi, è di competenza regionale, visto che la centrale di smistamento dei prodotti e delle persone sta a Genova. Si potrebbe regolarizzare qualcosa, creando delle cooperative per immigrati regolari con spazi ad hoc?

Scrive Conti:

“Prima che qualche consigliere buonista  mi accusi di razzismo, voglio fare una premessa:  “E’ di tranquillità e di privacy dei cittadini e di turisti che io parlo. E di lavoro onesto dei commercianti”.

Qualche anno fa l’allora Comandante della Polizia Municipale smentì categoricamente sui giornali: <I venditori ambulanti in passeggiata a mare non esistono>, mentre le foto dei quotidiani dimostravano il contrario. Il problema non si è risolto, anzi è peggiorato. Oltre a tutto ciò dobbiamo annoverare una miriade di questuanti che in maniera molesta disturbano chiunque gli passi a tiro.

A parte le giuste proteste dei commercianti su borse ed abiti pseudo griffati venduti da questi ambulanti, rimane il disagio.

I fatti stanno così: se questa gente vuole denaro per mangiare, il problema si risolve facilmente. A Sestri abbiamo un’ottima mensa dei Frati Cappuccini a Portobello e l’aiuto serale dell’Opera della Madonnina del Grappa. Basta andare lì senza fermare ogni metro sestresi e turisti con la continua richiesta di soldi, inseguendo i malcapitati per decine di metri prima di arrendersi di fronte all’educato “no” delle persone prese di mira.

…Anche l’attuale Sindaco aveva  emesso ordinanze al proposito. Ma nulla è  cambiato,  i guai sono aumentati e non è possibile percorrere vie della città senza essere disturbati. Con la consueta domanda ripetuta cento volte, “Vu cumprà?”, anche se a dirla adesso si passa per razzisti.

Io non parlo di turismo d’elite (e come si fa, in una città dove da secoli manca il riconoscimento della Bandiera Blu?), ma di educazione e rispetto. Lo ripeto, per tutti i sessantamila abitanti estivi della nostra città. Per quanto tempo ancora ci dovremo rassegnare  a sopportare il fastidioso inseguimento senza tregua di questi individui che ormai infestano il carrugio, la passeggiata a mare, i supermercati e i parcometri?”
loc vendita abusiva passeggiata

 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>