Published On: Ven, Ott 9th, 2015

Maria Stella Mignone sul dimensionamento dei due Istituti comprensivi scolastici

 

Anche le scuole medie e primarie a Chiavari (e non solo) vedono l’orizzonte del ridimensionamento. Scrive Maria Stella Mignone, assessora alla Cultura e Istruzione del Comune di Chiavari:

“Mi preme sottolineare che l’amministrazione è aperta a un eventuale futuro dimensionamento, anche se riteniamo che quest’anno non sia della massima urgenza. Non esiste normativa che ci obblighi ad agire in tal senso adesso.

I due istituti comprensivi sono di recente istituzione, in una fisiologica fase di assestamento: siamo andati a regime solo quest’anno con le tre classi della scuola secondaria di primo grado. Sono lieta che le due scuole abbiano un Piano differenziato di Offerta Formativa, così da soddisfare le diverse esigenze delle famiglie. Sono arrivati iscritti non solo da Chiavari ma anche da fuori. Questo dimostra che l’offerta formativa di Chiavari è completa e aggiornata. Non abbiamo dunque “perso delle classi” ma le abbiamo aumentate. Gli insegnanti non hanno perso il posto di lavoro, chi ha voluto è passato al comprensivo 2 o ad altre scuole. Sostanzialmente vi è stata una redistribuzione del personale e quindi anche delle risorse.

In ogni caso mi preme ricordare che l’istituzione di due comprensivi non è stata decisa dall’ amministrazione ma è stata imposta dalla Regione e dal MIUR: da parte nostra stiamo facendo il possibile per garantire il servizio migliore. Il processo di dimensionamento deve essere partecipato, non solo attraverso i tavoli tecnici, le commissioni, i comprensivi ma anche dal territorio: dai docenti, dalle famiglie e da tutto il personale della scuola. All’inizio del mandato di questa amministrazione le classi prime della scuola secondaria di primo grado erano 8, adesso, in totale sui due comprensivi, abbiamo 12 classi: ciò significa che il merito va alle scuole per la ricchezza delle offerte formative, ma anche all’ amministrazione che è molto attenta alle esigenze dei comprensivi:  ha fornito anche contributi per potenziare le offerte formative.

Comunque obiettivo di questa Civica Amministrazione e’ il mantenimento  dell’autonomia scolastica di entrambi gli Istituti Comprensivi di Chiavari. Come stabilito dall’art. 4 comma 69 della Legge 183/2011 la soglia ufficiale del numero di iscrizioni annue che garantisce la piena autonomia direzionale e didattica è di 600 unita’ per ciascun comprensivo esistente. L’attuale assetto chiavarese risulta compatibile con tale normativa.

De Lucchi e l'ass. Mignone

De Lucchi e l’ass. Mignone

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>