Published On: Lun, Ago 26th, 2019

Martedì 27 teatro a Santa Margherita, con la “Lunaria” di Vincenzo Consolo

Nell’ambito della rassegna “Tigullio a Teatro” e dopo il successo riscosso al “Festival In una notte d’estate”, martedì 27 agosto Lunaria Teatro presenta, a Villa Durazzo di Santa Margherita Ligure, una replica a ingresso libero della “Lunaria” di Vincenzo Consolo, testo tra i più ricchi di suggestione della drammaturgia contemporanea e tra i capolavori della letteratura del Novecento, che valse all’autore la vittoria, nel 1985, del Premio Pirandello.

E proprio a questa opera la compagnia fondata da Daniela Ardini e Giorgio Panni deve il proprio nome, avendone realizzato una prima trasposizione già nel 1986. Quella che viene ora proposta, a distanza di oltre trent’anni, è una Lunaria tutta nuova, che ha per protagonista e mattatore l’attore Pietro Montandon, per lunghi anni interprete nella compagnia Mummenshanz, e con Lunaria Teatro già straordinario interprete di Maruzza Musumeci di Andrea Camilleri e de Il fu Mattia Pascal di Luigi Pirandello.

La storia è quella del Viceré di Palermo che sogna la caduta della Luna. E la Luna cade per davvero, in una remota contrada senza nome. Il fenomeno finisce per sollevare molte e astruse congetture da parte dei diversi personaggi che circondano il malinconico Viceré: la moglie Dona Sol, i Ministri, gli Accademici dell’Accademia dei Platoni Redivivi.

Pietro Montandon