Published On: Mer, Gen 9th, 2013

Massimo Sivori si candida sindaco di Sestri Levante

Massimo Sivori

Massimo Sivori

Con la candidatura di Massimo Sivori, supportato da una lista civica, si completa il quadro per le prossime elezioni comunali di Sestri Levante, che vede in prima fila la candidata della maggioranza uscente Valentina Ghio (attualmente assessora alla cultura e alle politiche sociali), con Giacomo Rossignotti (lista civica Segesta domani), Martino Tassano (M5S) e Vincenzo Gueglio (sinistra indipendente). Anche se arriveranno altre liste di partito e civiche il quadro è ormai delineato.
Sivori si è presentato da solo, nella sede dello Yacht club di Sestri Levante a ricevere i giornalisti. Niente partiti e nessun altro membro della lista civica (che dev’essere ancora completata per quanto riguarda i candidati).
In questo consiste la sua forza, in un momento in cui i partiti vedono scendere il loro consenso presso l’opinione pubblica. Ma il suo problema resta la creazione di un programma di governo dettagliato e di una comunicazione efficace.
Sivori avrà però il sostegno di un’area tradizionale della politica (il centrodestra [post?]berlusconiano e la Lega. La novità interessante sarà il possibile sostegno di una parte dei centristi (li chiameremo “montiani” in riferimento al presidente del Consiglio Mario Monti, ma anche in riferimento al possibile sostegno di una parte della vecchia maggioranza di centrosinistra.
Sono stato contattato anche da una parte del Pd“, dice Sivori, che però precisa subito che “non si tratta di Mario Chella“, così come sono assolutamente false e “tendenziose le voci” su un possibile supporto a Sivori da parte di Carlo Maberino (area ex socialista).
Su Sivori due mesi fa ci fu un caso poliziesco, con false mail su suoi rapporti con la Lega nord su cui “sta indagando la Polizia postale, la quale sta recuperando il nome della persona che ha scritto le false dichiarazioni e false notizie“.

La candidatura nasce “come reazione a quelle false voci, e sulla rete di sostegno che si è subito creata attorno al mio nome.”
In effetti la rete esiste e Valentina Ghio non dovrà sottovalutarne le chances di successo dell’opposizione civica.
Sivori risponde a una precisa domanda posta da Tigullio News sui possibili apparentamenti al secondo turno con Segesta Domani in maniera positivavisti gli ottimi rapporti di amicizia e stima che mi legano a Giacomo Rossignotti“. Ciò significa che le opposizioni saranno meno disunite rispetto alle scorse elezioni.
Sivori (cattolico credente, laureato in Legge, sposato, due figli, ex presidente della Sivori & partners Spa e attuale presidente del Consiglio nazionale degli ordini degli Agenti di Cambio) afferma la sua “sestrinità”: “Sono nato in corso Colombo sopra la merceria dei miei nonni materni, i Camboni. Ho studiato alla più bella scuola del mondo, quella di Portobello: da dove il panorama alla finestra era incomparabile e dove la ricreazione si faceva in spiaggia” …Cose che oggi possono essere vissute solo dai figli dei nababbi nei college svizzeri -spiaggia esclusa, of course.
Figlio di un imprenditore che ha dato vita a un’azienda che si occupa di viaggi e turismo, Sivori ha viaggiato in ogni parte del mondo.
In attesa di conoscere i dettagli del programma di governo per la città, abbiamo rivolto alcune domande sui principali temi:
Lavoro
Incentivare le nuove imprese, anche industriali, controllando la situazione di quelle esistenti, per evitare di ritrovarsi di colpo in situazioni irrimediabili com’è successo nel passato (e ancora oggi, come nel caso della eXact learning solutions).
Il “turismo finora è stato gestito in maniera dilettantesca, e non manageriale: le Cinque Terre fino a 20 anni erano paesini pochissimo conosciuti anche in Italia. Ora sono più conosciute nel mondo di Portofino. Tutto grazie a un marketing molto accorto. La Liguria può vivere di turismo, ma solo se applicherà un modello nuovo“.

Andersen, Mediaterraneo ed eventi
Il premio Andersen va “ripensato, ammodernato, collegato con realtà internazionali e affiancato con altri eventi pensati per le famiglie, nel corso dell’anno.
I sestrini e i turisti hanno bisogno di un ambiente sicuro e confortevole, ma anche di un’offerta culturale moderna e che viaggi sul web. 
La Fondazione Mediaterraneo va utilizzata per creare reddito e non dei costi ai cittadini. Va rifondata: oggi è un gioiello male utilizzato“.

Infrastrutture
Il porto va sistemato urgentemente e messo in decoro, ma senza grandi interventi e senza aggiungere cemento. 
Le fognature e la depurazione sono una priorità che va risolta al più presto, senza prevenzioni ideologiche: se il depuratore a Lavagna andasse bene secondo gli esperti, allora i politici potranno fare quella scelta. ma nessuna ragione politica può prevalere su quelle tecniche e di convenienza economica“.
Il campo da golf “è un’opportunità unica: sarebbe un suicidio non approfittarne. Inoltre non consuma e non rovina il territorio: è fatto di erba e non prevede cementificazioni massive”.
Parco Fit: “bisogna fare molta attenzione ai costi che prevede: come per il campo da golf, ma senza che generi un reddito e dei posti di lavoro rilevanti. Inoltre di notte può creare significativi problemi di sicurezza“.

Partiti e loro ingerenze
La lista civica vuole rappresentare proprio il prevalere degli interessi dei cittadini su quelli delle parti e dei partiti. Quello generale su quello particolare. In questo sarò inflessibile: i candidati saranno scelti in base a criteri onestà. In caso di forzature di partito mi dimetterei immediatamente.”

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>