Published On: Mer, Giu 24th, 2020

Matteo Renzi a Chiavari sabato 27 giugno presenta il suo saggio “La mossa del cavallo”

Matteo Renzi sarà presente a Chiavari a presentare il suo nuovo libro “La mossa del cavallo”, con la on. Raffaella Paita. L’evento si farà all’aperto in piazza Madonna dell’Orto sabato 27 giugno 2020 alle ore 18.

Presentazione de La mossa del cavallo (Marsilio):
«Dopo la peste, il Rinascimento. Cosa ci aspetta dopo il coronavirus? La stagione che si apre è carica di problemi, ma offre una formidabile opportunità all’Italia»: il nuovo libro di Matteo Renzi – dal titolo “La mossa del cavallo” (Marsilio, 2020) – arriva al termine delle prime e più dure settimane della pandemia da Coronavirus, quando, per l’Italia e non solo, si apre una nuova fase, per la quale l’autore propone un patto tra le generazioni per tornare a crescere.

Di più: Renzi avanza un appello a non disperdere le energie, disegnando un programma di interventi concreti che ha il coraggio e l’audacia del futuro.
Coraggio” è una delle parole chiave dell’opera di Renzi: «il coraggio della politica è il coraggio delle scelte, di rivendicare un futuro che non è scontato, ma dipende da noi. È giunto il momento dei contenuti, non dei pregiudizi. È urgente discutere di idee e progetti», spiega l’autore.

L’Italia di oggi, davanti a un bivio, necessita di analisi e iniziative da mettere in campo in un contesto europeo e mondiale tutto da ridefinire. Consapevole che la politica non può limitarsi al corto respiro della tattica, ma deve costruire una sequenza di azioni coordinate, Renzi presenta una strategia di medio e lungo periodo sul piano economico, istituzionale e sociale per riscrivere insieme le regole della convivenza democratica e fondare una nuova idea di comunità.
In un autentico manifesto programmatico, mette a fuoco i cantieri da cui è urgente ripartire: un’Europa dei popoli, non dei burocrati; lavoro e innovazione, una riforma della giustizia e dello Stato, per semplificare i meccanismi farraginosi che ostacolano un’azione agile e tempestiva; un’istruzione e una sanità completamente ripensate nel loro impianto, valori condivisi e non negoziabili, un’inedita declinazione del genio italico.