Published On: Lun, Dic 19th, 2016

Mele (PD): «L’Amministrazione Bagnasco si prende meriti che non ha. Nostro l’emendamento a favore dei commercianti»

Da Mauro Mele, capogruppo del Circolo PD Rapallo, riceviamo e pubblichiamo:

Quando l’amministrazione si prende i meriti che non ha.

Nella riunione congiunta delle Commissioni 1ª e 3ª del 14 dicembre 2016 l’Amministrazione Bagnasco ha portato all’interno del nuovo regolamento COSAP (che sostituisce la TOSAP) una tariffa di Occupazione suolo pubblico penalizzante per i Commercianti.

Il Partito Democratico per bocca del suo Capogruppo Mauro Mele ha proposto un emendamento all’Art.20 (= una modifica al testo della maggiornza) che invece favorisce fortemente i Commercianti.

Emendamento che è stato approvato solo grazie alla responsabilità dell’opposizione che non ha fatto mancare il numero legale di fronte alla fuga dalla riunione della quasi totalità dei Commissari di maggioranza i quali, evidentemente, avevano altro da fare che interessarsi dei problemi dei Commercianti.

Ma la vera vergogna si è palesata solo il giorno successivo quando il Secolo XIX riprende un comunicato della Amministrazione che magnifica il suo operato e si intesta, senza alcuna vergogna e senza nessun pudore, la modifica senza citare minimamente il proponente Mauro Mele, il titolo è roboante:

“Apertura serale: maxi sconto sulle tasse”

e ancora nel corpo dell’articolo si legge:

“Per le occupazioni temporanee del suolo arrivano importanti riduzioni nella fascia pomeridiana serale e notturna”

Peccato che nella versione originale proposta dall’Amministrazione NON era affatto così, parlano gli atti e li mostrerò in Consiglio Comunale.

Andando avanti nella lettura dell’Articolo-comunicato si scopre che il tutto è avvenuto grazie a degli emendamenti presentati, ma ci si scorda intenzionalmente di dire da parte di chi, anzi lasciando palesare che sia la stessa Amministrazione a portare avanti gli interessi dei Commercianti.

Colpo finale: si parla anche dei “Patti di Area”, altro cavallo di battaglia del Partito Democratico fin dai primi Consigli Comunali a cui l’Amministrazione ha sempre risposto con un muro di gomma.

Ovviamente la colpa del “disguido” ricadrà sulla stampa che si è persa il nome di Mauro Mele o che ha equivocato o che ha capito male o chissà cosa si inventeranno per uscire da questa gaffe, ma più che di gaffe direi che si tratta di una bugia e si sa, le bugie hanno le gambe corte.

La maggioranza ha sempre accusato l’opposizione di non fare proposte costruttive… e quando ne fa una, voilà il gioco è fatto: ce la si intesta e amici come prima!

Abbiamo atteso un giorno intero per dare modo all’Amministrazione di chiarire l’equivoco e precisare meglio gli eventi, trascorso inutilmente il quale, ci vediamo costretti a far conoscere ai Cittadini in generale e ai Commercianti in particolare come sono andate veramente le cose.

Ci vediamo in Consiglio Comunale…