Published On: Mer, Set 4th, 2013

Mentre il turismo a luglio e agosto va bene, intanto si discute sul destino dei vecchi hotel

In tutto il Tigullio, i mesi di luglio e agosto hanno portato in positivo una stagione che fino a metà giugno sembrava disastrosa. Merito del tempo, e della voglia di lasciarsi alle spalle austerity e crisi. Merito dei turisti russi o americani, ma anche del ritorno dei turisti italiani.

Nel frattempo continua la discussione sul futuro dei vecchi hotel, chiusi o in via di chiusura. Rispetto al contesto di Rapallo,  vi sono eccellenze come tutti gli alberghi attualmente aperti, a partire da un 5 stelle plus (l’Excelsior), ma anche situazioni in cui le strutture sono in stato di degrado e abbandono.
Scrive Carlo Bagnasco (Pdl): “La recente legge Regionale,  pur non rispondendo alle esigenze dei territori, lascia agli stessi la possibilità di intervenire con scelte autonome per il rilancio ed il recupero di realtà abbandonate ed obsolete. (…) Nessuno chiede liberalizzazioni selvagge o cambi di destinazione d’uso rispondenti esclusivamente a logiche di mercato, ma nello stesso tempo occorre che realtà abbandonate da decenni come gli alberghi di Via Gramsci, il Savoia e L’Auxilium siano trattate secondo logiche che contemplino la necessità del territorio di avere strutture alberghiere qualificate e nello stesso tempo garantire alla proprietà i giusti utili d’imprese anche sono alla base di un Paese liberale.

Nessuno chiede quindi svincoli selvaggi ma nello stesso tempo bisogna trovare gli equilibri che consentano di metter fine all’abbandono di manufatti così importanti che rappresentano la storia della nostra Città.”

excelsior-palace-hotel1

L’Excelsior di Rapallo, un 5 stelle di eccellenza

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>