Published On: Mar, Mag 28th, 2019

Mercato agricolo & delle autoproduzioni Km 0. Tutti i Martedì, dalle 9 alle 13, in via Salvi- zona Tannino- Sestri Levante

Nel mercato cittadini potranno incontrare i produttori  e acquistare direttamente i loro prodotti agroalimentari; dagli ortaggi alla frutta di stagione, dai biscotti alle farine,uova, olio  e patate, pane e zafferano, dai prodotti dell’alveare alle confetture. Sarà anche possibile prendere contatto e ordinare,per consegne a domicilio, carni e formaggi provenienti dalle nostre valli. Le proposte del Mercato Agricolo sono in stretta relazione alla stagionalità e disponibilità delle aziende agricole. L’offerta si basa su produzioni fresche e trasformate , esposte e vendute direttamente da agricoltori e allevatori accorciando così la filiera, riducendo i costi per i cittadini e offrendo garanzie sulla sicurezza alimentare; inoltre dalla campagna i prodotti arrivano direttamente sul banco con tutta la qualità e garanzia di maggior apporto nutritivo. Sono presenti al MERCATO AGRICOLO & delle Autoproduzioni  KM 0 anche gruppi di acquisto solidale – G.A.S. del territorio, esempi di pratica economica etico – solidale.

Crediamo sia possibile includere il valore di un territorio nel cibo che mangiamo attraverso lo scambio dei suoi prodotti. I territori in cui viviamo sono anche il frutto dell’azione dell’uomo. Vogliamo far emergere le persone che attualmente stanno “producendo territorio”per favorire lo scambio del valore che essi generano : il CIBO buono e sano che tutti noi vogliamo mangiare!!! Perché il cibo sia veicolo di benessere e  di relazione dobbiamo: conoscere chi lo produce, scoprire dove e come lavorano, quale cura del suolo, delle acque e della biodiversità generano attraverso le tecniche colturali e le relazioni sociali adottate . Ritrovare nel cibo che mangiamo le differenze rispetto alle produzioni industriali. Queste sono solo alcune delle finalità che vedono nel  MERCATO AGRICOLO & delle Autoproduzioni  KM 0  l’occasione settimanale per un consumo critico e una vera valorizzazione della filiera corta.