Published On: Mar, Apr 4th, 2017

Mercoledì 9 aprile al Villaggio del Ragazzo l’evento “Mangiare con arte”

Domani mercoledì 5 aprile il Villaggio del Ragazzo di San Salvatore di Cogorno ospiterà un incontro su giovani e corretta alimentazione con l’intervento di esperti del settore. Di seguito la nota diffusa da Giovanna Are:

Il Lions Club Lavagna – Val Fontanabuona – Contea dei Fieschi, all’interno del progetto Help – Prevenzione e Sviluppo Sano dei Giovani che prende in esame le problematiche correlate alla ludopatia, prosegue con il Modulo Prevenzione ponendo l’attenzione sulla necessità di aumentare le scarse certezze che i giovani hanno oggi circa il loro futuro soprattutto lavorativo.

Certo, non riusciamo a realizzare interventi massicci e risolutivi su larga scala come vorremmo, ma unendoci anche ad altre iniziative estendendo al massimo quanto meno l’opera di sensibilizzazione, qualche risultato comunque speriamo di ottenerlo e non è la prima volta che ci proviamo.

Il Villaggio è un’area formativa operativa che tutti conoscono e a nostro parere di grande interesse per le modalità d’intervento ma anche come struttura di sostegno di molti casi di fragilità e debolezza.

Con l’evento “Mangiare con Arte” desideriamo contribuire con tre interventi finanziari: 2 diretti alla formazione professionale per garantire tirocini mirati alla facilitazione di un futuro intervento lavorativo; il terzo al settore musicale e cioè a quel reparto del Villaggio che si chiama Bottega della Musica che a me personalmente ha colpito molto e per l’organizzazione e per i fini che si propone; pensiamo d’intervenire garantendo almeno ad un giovane un anno di “scuola musicale” sullo strumento che preferisce.

Dare risposte ai giovani per quanto riguarda le loro passioni e aspirazioni, riuscire a dar loro una mano a far sì che tutta l’energia che possiedono, spesso aggressiva ma tale per quanto li riguarda sul piano biologico e fisiologico, sono occasioni a mio modesto parere da ricercare e farsene carico.

Poi l’intervento psicologico può garantire il buon esito dello sforzo estendendo la propria competenza ai genitori, affinchè si sentano emozionalmente più vicini ai figli.

L’evento “Mangiare con Arte” ha bisogno di tanta, tantissima partecipazione. Il costo é minimo: sono 20 €. Il programma può interessare: dalla partecipazione degli chef Circella e Passano al nutrizionista Paggi, che parleranno soprattutto di “cibo sano” e non di calorie. Psicologo e giornalista che si occuperanno del significato simbolico del cibo, qualcosa possono garantire.