Published On: mar, Feb 13th, 2018

Meteo: Allerta neve in val d’Aveto e nel savonese. -10° sulle Alpi Marittime

La Protezione Civile Regionale ha diffuso l’ALLERTA METEO PER NEVE diramata da Arpal sulla base degli ultimi aggiornamenti previsionali. Il quadro attuale è di freddo intenso sulle alture delle Alpi Marittime  e dell’Appennino nelle due Riviere liguri. La neve, che è già caduta abbondante nell’Emilia, tornerà a farsi sentire in tutta la Liguria.
L’allerta seguirà queste modalità:

ZONA B (sia COSTA che INTERNO), ZONA D e ZONA E: ALLERTA GIALLA dalle 21 di OGGI, MARTEDI’ 13 FEBBRAIO alle 8 di DOMANI MERCOLEDI’ 14 FEBBRAIO

Criticità verde nelle zone A e C Le zone coinvolte nell’allerta sono:

B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno;
D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida;

E: Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia.

LA SITUAZIONE: nella notte si sono registrate temperature rigide in particolare nelle zone interne della nostra regione. Tra i valori più bassi -9.2 ai 1845 metri di Poggio Fearza (Imperia), -7.1 a Monte Settepani (Savona), -5.6 a Sassello (Savona), -5.1 a Calizzano (Savona), -4.6 ad Alpe Vobbia (Genova) -4.2 a Casoni di Suvero (La Spezia). Tra gli altri valori Santo Stefano d’Aveto (Genova) -4.7, Valzemola (Savona) -4.0, Triora (Imperia) -3.3, Cairo Montenotte (Savona) -2.9, Riccò del Golfo (La Spezia) -2.5, Passo del Turchino (Genova) -2.2. 4.5 la minima a Savona, 5.3 alla Spezia, 5.9 a Imperia mentre, a Genova, i valori sono stati tra 1.7 a Righi e 5.0 al Centro Funzionale (zona Foce). Dal pomeriggio i termometri sono destinati a scendere ulteriormente, unitamente allo zero termico e, dalla serata, sono previste precipitazioni sparse generalmente di debole intensità. Fenomeni che potrebbero, viste le basse temperature, essere a carattere nevoso, sotto forma di rovesci con locali spolverate anche sulle zone costiere nella parte centrale della regione. Le precipitazioni coinvolgeranno anche le zone interne attraversate dai tracciati autostradali. Attenzione, ovviamente, alla formazione di ghiaccio. I fenomeni si esauriranno nelle prime ore di domani, mercoledì 14 febbraio e, dalla mattinata, lo zero termico sarà in aumento e di conseguenza anche le temperature tenderanno a risalire.

MARTEDI’ 13 FEBBRAIO: dalla serata la regione sarà interessata da precipitazioni sparse, localmente anche a carattere di rovescio. Quota neve in deciso calo con precipitazioni nevose deboli a bassa quota su DE e su interno di B che potranno interessare i tracciati autostradali; su B si prevedono locali spolverate nevose anche sulle zone costiere. Possibili isolati rovesci nevosi. Quota neve intorno ai 300- 500 metri sulla costa di C, intorno a 600-700 metri sulla costa di A; nell’interno di entrambe le zone in calo fino a livello del suolo.

MERCOLEDI’ 14 FEBBRAIO: fino alla prima mattina ancora precipitazioni sparse, localmente anche a carattere di rovescio. Deboli nevicate a livello del suolo su DE e su interno di B con interessamento dei tracciati autostradali; locali spolverate nevose sulla costa di B. Quota neve ancora intorno ai 300- 500 metri sulla costa di C e intorno a 600-700 metri sulla costa di A; nell’interno di AC a livello del suolo. Possibili isolati rovesci nevosi. Venti da Nord moderati sul centro-ponente con disagio per freddo. Gelate nelle ore notturne, più diffuse nell’interno.

 GIOVEDI’ 15 FEBBRAIO: nulla da segnalare