Published On: Lun, Dic 28th, 2015

Morte di un partigiano, Armanino Lorenzo

“In queste occasioni non si sa mai cosa dire… Qualsiasi parola appare vuota di senso di fronte ad un dolore così grande. Ci ha lasciato questa mattina il Partigiano Armanino Lorenzo, “Falco”, classe 1925, della Divisione Partigiani Cristiani Cento Croci e Val Taro; faceva parte del “Reparto Sabotatori” della Divisione, e assieme alla sua squadra, ha contribuito in maniera decisiva alla vittoria finale per la liberazione del nostro Paese da ogni forma di dittatura. Tra le varie azioni del reparto, indimenticabili sono i sabotaggi al Ponte dei Casali di Casarza Ligure e al ponte ferroviario “Parabolico” tra Ostia Parmense e Roccamurata dove, prima della Centocroci, un reparto di sabotatori inglesi sbarcati da un sommergibile a Levanto, non erano riusciti nella azione e catturati dai tedeschi, vennero fucilati. Decine sono i ponti stradali e ferroviari fatti “saltare” dal reparto sabotatori di cui Armanino Lorenzo ne faceva fieramente parte. Partigiano Cristiano voleva sempre specificare Armanino “ noi non combattevamo per uccidere o fare giustizia sommaria, ma solamente per liberare il nostro territorio, le nostre vallate e dare un futuro alla nostra vita e a quella dei nostri figli; uccidevamo solo se costretti e non era certamente un piacere. I nostri Cappellani ci hanno sempre seguito e insegnato a rispettare il prossimo, specie le centinaia di prigionieri catturati durante le varie battaglie.” Pe me, che l’ho sempre seguito e stimato quale Partigiano e Zio, è sempre stato un maestro di vita, leale e sincero, e sempre disponibile, anche alla chiamata del di commemorazione del 25 Aprile al Passo del Centocroci dove non è mai mancato e ha sempre ricordato tristemente i suo compagni già scomparsi che non hanno potuto vedere crescere i propri figli e nipoti, in Libertà e Democrazia, per colpa di quella guerra che ancora oggi in molte parti del mondo non perdona nessuno! Umberto Armanino, Presidente Associazione Partigiani Cristiani Centocroci e Val Taro.”
Umberto Armanino

Partigiani

Partigiani

 

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Mykros ha detto:

    Onore al “fiero partigiano cristiano” (come è stato scritto sui manifesti funebri) che ha saputo mettere assieme la fede cristiana e la lotta contro la tirannia nazifascista.
    Appartenente all’associazione Partigiani Cristiani, la stessa cui lo scorso 25 aprile 2015 in è stato vietato di prendere la parola per le celebrazioni dell’Anniversario della Liberazione, ritenendola erroneamente come cosa propria dell’ANPI.
    Errore peraltro pagato caro dal PD, infatti ha contribuito alla perdita di voti che è stata causa del disastro alle elezioni regionali.
    Comunque onore a chi ha mantenuto saldi i propri principi pur cambiando i tempi ed i governi.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>