Pubblicato il: lun, Giu 12th, 2017

Mostra a Calvari sugli eleborati degli studenti su “La Storia in piazza”

Tre scuole primarie (Ognio, Isolona e Calvari) e due Secondarie (Gattorna, con due classi, e Cicagna) avevano preso parte, tra aprile e maggio, al progetto “La Storia in piazza” trattando il tema, scelto a livello regionale, della viabilità antica.

Le loro ricerche, trasferite su schede unificate, sono poi confluite in una mostra allestita a Palazzo Ducale a Genova unitamente ai lavori di numerose altre scuole della Liguria, alcune delle quali, comprese tre della Fontanabuona, hanno ricevuto attestati di menzione speciale accompagnati da specifiche motivazioni.

Ora, seppure a pochi giorni dalla conclusione dell’anno scolastico, tutti gli elaborati, composti da disegni, foto e cartografia, nonchè da relazioni illustrative, sono esposti al Lascito Cuneo di Calvari, la cui Biblioteca aveva fornito alle varie scuole la necessaria documentazione.

Gli itinerari presi in considerazione sono quelli che per secoli (e fino all’avvento delle strade rotabili) hanno rappresentato il sistema viario principale della vallata. La scuola di Ognio ha trattato la “via di Genova” che passando per Lumarzo, il ponte di Lagomarsino, Ognio e Neirone saliva a Roccatagliata e Barbagelata;  la Media di Gattorna ha preso in esame la “strada dell’Avvocazia” (o dei Feudi Fliscani) e l’Itinerario Storico Colombiano;  la Media di Cicagna si è soffermata sulla funzione che ha avuto per lo sviluppo del borgo l’antico ponte sul Lavagna, al quale confluivano diversi importanti itinerari; la scuola di Isolona ha invece rivolto l’attenzione sulla “via di Piacenza” scoprendo interessanti particolari tra le vecchie case di Croce di Orero e Costasecca; la primaria di Calvari, infine, ha studiato la “via Patrania”, l’asse viario di fondovalle, del quale sono ancora visibili alcuni tratti in prossimità del paese.

La mostra. che consentirà alle scuole che hanno preso parte all’iniziativa di vedere riuniti tutti insieme i lavori delle loro ricerche, sarà visitabile su richiesta fino a giovedì 15 giugno rivolgendosi all’insegnante Silvana Lagomarsino (cell. 348-6931236).

Sede del Lascito Cuneo, Calvari