Published On: Mar, Dic 20th, 2016

Mostra fotografica “Il silenzio” a Sestri Levante. Cosa sono le immagini?

Da sabato 17 sino al 8 Gennaio 2017 si terrà nella sala Riccio del Palazzo Comunale di Sestri Levante la mostra collettiva di Carpe Diem che chiude il festival della Fotografia “Una penisola di Luce”.

Cosa sono le immagini? Perché le immagini vanno studiate?

Le immagini, le fotografie, sono il medium più utilizzato al mondo. Ormai si ricorda un titolo per il film, non per il romanzo da cui è stato tratto. Le immagini sono ovunque, vivono di una vita propria, ma non sono oggetto di studio approfondito.

Ciò sarebbe fondamentale, se si vuole capire che la semiotica delle immagini è particolare: esse possono essere la “verità assoluta”, essendo un segno iconico per eccellenza (“iconico”, derivato dal greco eikòn εἰκών  [-όνος, ἡ] 1 immagine, figura, 2 statua, 3 rappresentazione, 4 similitudine, omparazione…
Un aggettivo derivato è εἰκονικός  [-ή, όν] 1 ritratto dal vivo, 2 completamente somigliante…
In semiotica, in logica, l’icona è il segno che racchiude in sé già tutto ciò che denota. L’icona è l’indice puntato che indica un oggetto a portata di mano. C’è un rapporto diretto ed evidente tra segno e oggetto reale.

Ma l’immagine (dal latino imago), è allo stesso tempo il trucco per eccellenza, quello del prestigiatore, quello del mago. Il mago è colui che manipola l’imago. Le immagini, come abbiamo visto già nei primi film dei Lumière e di Méliès, fino agli effetti speciali di Hollywood, sono in grado di truffare appieno chi le vede e le crede come l’icona di qualcosa di reale. Si prenda il film Capricorn One, in cui si propone il meme (unità di informazione virale, spesso inquinata e falsa) in cui si diceva che lo sbarco sulla Luna della prima missione americana era un falso ricostruito con un film (di Stanley Kubrik) girato segretamente nei deserti dello Utah.
Naturalmente quella storia è una bufala, ma è sintomatico che un film abbia narrato il falso sostenendo che lo sbarco sulla Luna era falso ed era solo un film.
Scriveva San Paolo che l’occhio è la prima sede dell’inganno.

La mostra di Carpe Diem e il prossimo congresso nazionale Fiaf
Il “silenzio” può essere un modo per restituire alla fotografia e alle immagini la loro funzione iconica e insieme la loro possibilità magica (che se dichiarata come tale, diventa splendida narrazione, e non menzogna giornalistica).
Dalla presentazione di Orietta Bay: “Per questa edizione il tema scelto e che numerosi soci hanno interpretato è Il Silenzio. Raccontare il Silenzio, descriverlo con la fotografia, cercare di essere essenziali ma intensi, profondi eppure semplici, ci è apparsa da subito una sfida affascinante. Certo non facile, ma
coinvolgente. L’Associazione Carpe Diem propone 29 lavori svolti da altrettanti soci-autori che per mezzo della riflessione personale “parlano” del loro Silenzio…”
Per il 2017 l’Amministrazione Comunale ha già pianificato diverse attività legate alla fotografia, con un appuntamento particolarmente importante: dal 19 al 23 Aprile 2017 si svolgerà a Sestri Levante il 69° Congresso Nazionale della fotografia della FIAF.
Sede del congresso saranno gli spazi del ex convento dell’Annunziata, ma gli eventi e le mostre andranno ad interessare tanti altri luoghi, sia pubblici che privati, così da creare coinvolgimento con i diversi operatori del tessuto cittadino che si sono resi disponibili per collaborare alla manifestazione. Sarà un
congresso speciale che vedrà, tra le varie iniziative in programma, anche le elezioni per il rinnovo del Direttivo Nazionale della Federazione e che si fonderà con l’undicesima edizione del Festival “Sestri Levante – una Penisola di Luce”, manifestazione ormai riconosciuta tra le più prestigiose nel panorama italiano e che l’Amministrazione Comunale promuove da ormai dieci anni.
Sarà una straordinaria occasione per portare a Sestri Levante oltre trecento congressisti, tanti fotografi e appassionati, una ulteriore vetrina per fare conoscere le bellezze del territorio. Sestri Levante sarà la Capitale della Fotografia Italiana con mostre di grandi autori, conferenze, proiezione audiovisivi,
presentazione di libri, workshop con fotografi di fama internazionale, presenza di editoria specializzata, lettura portfolio per una settimana.