Published On: Gio, Set 24th, 2015

Mozione di 4 consiglieri sulla spiaggia in concessione alla ex colonia Tosi

spiagge sestri

Spiaggia Sestri Levante (ca. anni ’50)

Pubblichiamo la mozione di 4 consiglieri comunali sulla questione della spiaggia in concessione alla ex colonia Tosi, oggetto di una conferenza stampa.

1) I Consiglieri Comunali Albino ARMANINO, Marco CONTI, Donatella PANERO e Giancarlo Stagnaro Chiedono che venga inserita all’ Ordine del Giorno della prossima seduta di Consiglio Comunale la seguente mozione ad oggetto: Annullamento Delibera di Giunta Comunale n° 45 del 23 febbraio 2015 “indirizzi per il mantenimento della struttura balneare già denominata Casa per ferie Franco Tosi” e ripristino della concessione in loc. Sant’ Anna così come prevede il PUD vigente” PREMESSO che in data 4 dicembre 2003 la Giunta Comunale di Sestri Levante concesse alla Casa per Ferie “Franco Tosi” l’occupazione di un’ area demaniale allo scopo di mantenere uno stabilimento balneare denominato “Casa per ferie Franco Tosi”. La concessione poi, in data 19 luglio 2011 fu prorogata al 31 dicembre 2015; RILEVATO che in data 12 maggio 2014 l’assemblea ordinaria dell’Associazione denominata “Casa per ferie Franco Tosi” conferì al Presidente del CdA il mandato di cedere il ramo d’ azienda consistente nello stabilimento balneare. Occorre ricordare che il Piano di utilizzazione delle aree demaniali marittime della Regione Liguria (approvato con DCR n° 18 del 9 aprile 2002) stabilisce testualmente: “le aree demaniali marittime attualmente destinate a colonia o bagno di beneficienza, qualora cessi l’ attività oggetto della concessione, sono prioritariamente restituite all’ uso libero o adibite a spiaggia libera attrezzata ovvero correlate a progetti complessivi comprendenti il riutilizzo delle attrezzature e degli edifici delle ex colonie per funzioni aventi un riconoscibile interesse pubblico”;
2)
PRESO ATTO che in data 12 maggio 2014 fu stata costituita una società sportiva dilettantistica a responsabilità limitata denominata “Sestri Mare e Sport” con sede in Sestri Levante, via Nazionale 175 e in data 28 maggio 2014 era stata stipulata una scrittura privata tra la “Casa per ferie Franco Tosi” e la “Sestri Mare e Sport” per il sub-ingresso di quest’ ultima nella sola concessione demaniale. RIBADITO il regolamento della stessa Regione cui prevede che tali concessioni, una volta terminata l’attività di casa ferie, in via prioritaria vengano ritirate dal Comune e destinate ad altra attività. CONSIDERATO che in data 24 ottobre 2014 la Presidente della società sportiva dilettantistica a responsabilità limitata denominata “Sestri Mare e Sport” inviò al Comune di Sestri Levante una comunicazione di ampliamento della concessione a seguito di ripascimento naturale. VISTA la Delibera di Giunta n° 45 del 23 febbraio 2015 “indirizzi per il mantenimento della struttura balneare già denominata Casa per ferie Franco Tosi” dove la concessione subisce un incremento pari a mq 990, in applicazione a quanto disposto dall’ art. 9 del PUD Regionale “qualora per fenomeni naturali si verifichi uno stabile aumento di profondità verso mare dell’ arenile in concessione, il concessionario dovrà provvedere a darne comunicazione al Comune che provvederà alla regolarizzazione del titolo per l’ occupazione e alla determinazione del relativo canone concessorio”. La Dirigente dell’Area 5 del Comune di Sestri Levante nella succitata Delibera dichiara: “…tale ripascimento appare di ordine naturale o quantomeno non risulta che sia la diretta conseguenza di apporti artificiali”. RILEVATO inoltre che non si è verificato alcun aumento di profondità verso il mare dell’arenile in concessione in quanto l’originaria rilasciata non arrivava a lambire l’arenile ma era limitata in una zona non confinante con il mare pertanto la fattispecie prevista dall’art. 9 non risultava applicabile. VISTO il parere del dirigente del dipartimento pianificazione territoriale e demanio marittimo della regione Liguria che rileva quanto segue: A. “nei vari atti trasmessi la dizione originaria della concessione “stabilimento balneare ad uso colonia marina” non viene mai richiamata mentre per la stessa viene utilizzato il termine generico di struttura balneare; l’ utilizzo di tale definizione potrebbe nel tempo giustificare una possibile assimilazione della concessione di cui si tratta alla tipologia dello stabilimento balneare di natura imprenditoriale”; B. “per l’ applicazione dell’ art. 9 del piano regionale la richiesta del concessionario e la relazione del Dirigente Area 5 sono riferite all’ aumento, in profondità del litorale in località Sant’ Anna; la DGC 45/2015, se correttamente qui intesa, dispone invece l’ ampliamento in profondità della concessione nell’ attuale temporanea collocazione: non si comprende la connessione tra la constatazione del fatto che il litorale di Sant’ Anna ha aumentato la sua profondità e l’adeguamento di una concessione in altra zona del litorale comunale; C. “preso atto del fatto che le opere che avevano comportato la traslazione della concessione sono terminate, è necessario che codesta amministrazione dia attuazione a quanto dalla stessa previsto nel vigente PUD e cioè che disponga il ritorno della concessione a Sant’ Anna […] l’ autorizzazione attuale per le motivazione sopra espresse sembra basarsi su presupposti non corretti”.
3
IMPEGNA IL SINDACO, LA GIUNTA E IL CONSIGLIO COMUNALE A:  Annullare la Delibera di Giunta Comunale n° 45 del 23 febbraio 2015 revocando l’ampliamento concesso alla Società Sportiva Dilettantistica “Sestri Mare e Sport”;  disporre il ritorno della concessione STAB 2004-15 a Sant’ Anna, così come previsto dal vigente PUD;  verificare che l’ attuale concessionario rispetti i requisiti dell’ utilizzo ad uso colonia marina così come previsto dalla concessione.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>