Published On: Gio, Lug 20th, 2017

Musica organistica della Riforma. Il Festival organistico fa tappa a Lavagna

Lavagna, 21 luglio – Basilica di Santo Stefano – ore 21.15
La musica organistica della Riforma

Come si sa, la Riforma protestante -di cui quest’anno ricorre il Cinquecentenario- ha imposto molte innovazioni musicali, sia dal punto di vista della musica “colta” (la classica, ad esempio con Händel e Mendelssohn Bartholdy, e poi il jazz), sia dal punto di vista della musica popolare, ad esempio con i gospel e gli spiritual. Gli inni in chiesa sono cantati da tutti i presenti, e hanno compositori come, appunto Händel, o i neri americani. In ogni chiesa riformata c’è un organo e ognuno ha a disposizione un “innario”. Non è per caso quindi, che nell’interno delle chiese protestanti inglesi e americane si sia sviluppata molta cultura melodica da cui poi sono partiti, più che il blues, i successivi sviluppi della musica pop.

Il consueto appuntamento lavagnese del Festival Organistico Internazionale “Armonie Sacre percorrendo le Terre di Liguria” presenta quest’anno un concerto incentrato sul rapporto tra Martin Lutero e la Musica, in occasione del 500° anniversario della riforma protestante.

Venerdì 21 luglio alle ore 21.15, presso la Basilica di Santo Stefano, ne saranno protagonisti l’Ensemble il Concento, diretto da Luca Franco Ferrari, la voce recitante di Daniele Gatti e il concertista tedesco Martin Neu, organista presso la Chiesa dei SS. Pietro e Paolo di Reutlingen, che si esibirà sullo storico strumento “Nicomede Agati e Fratelli” (1845), tornato al suo antico splendore in occasione del concerto inaugurale del festival del 2013.

Il concerto si avvale del sostegno economico della Compagnia di San Paolo e del Goethe-Institut di Genova. L’evento sarà preceduto da un concerto di campanePer maggiori informazioni: www.rapallomusica.it

????????????????????????????????????